Road to Venice Marathon 2020, gli organizzatori sono fiduciosi nell’impostare una 35esima edizione all’insegna della massima sicurezza. Al via in questi giorni anche il progetto Venicemarathon Story, un viaggio nelle edizioni passate!

Il conto alla rovescia all’appuntamento con la Maratona di Venezia è iniziato da mesi attraverso i canali social di Venicemarathon. A 16 settimane dall’evento, si entra nel vivo della preparazione specifica per poter correre domenica 25 ottobre 2020 in tutta serenità la maratona o la gara sorella di minor impegno, la Venicemarathon 10K.

Dopo aver curato la preparazione da casa durante il lockdown e la ripresa degli allenamenti nelle successive fasi, a partire dal 3 luglio la “official coach” di Venicemarathon Julia Jones coordina la terza parte del progetto “Road to Venicemarathon” composto in tre diverse parti: il percorso d’avvicinamento alla prima maratona di carriera della neofita Germana Barlocco; la preparazione alla 10k dell’atleta Alice Cherciu e il percorso d’allenamento per raggiungere un preciso traguardo cronometrico gestito dagli “angeli del cronometro”, ovvero il Venicemarathon Pacing Team. L’intero progetto è supportato UYN e HOKA One One, “technical sponsor” e “official shoes” di Venicemarathon. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito www.venicemarathon.it

Venicemarathon Story: ripercorri tutte le 34esime edizioni!

Dallo scorso 23 giugno ha poi preso il via anche il progetto “Venicemarathon Story”, un viaggio a ritroso delle 34 edizioni passate della Venicemarathon, raccontate attraverso fotografie e filmati postati direttamente dai partecipanti sulla pagina Facebook della Maratona di Venezia. Le prime edizioni pubblicate hanno già riscosso moltissimo successo, dimostrando un forte affetto e attaccamento alla manifestazione. Il progetto auspica, inoltre, a diventare un vero e proprio evento celebrativo che ripercorrerà la storia della Maratona di Venezia attraverso fotografie, filmati e cimeli. Si respira, quindi, un cauto ottimismo in casa Venicemarathon e gli organizzatori sono al lavoro, di concerto con le Autorità competenti, per individuare e pianificare tutte le precauzioni da attuare al fine di garantire lo svolgimento della manifestazione in massima sicurezza.