Dopo il baseball, Codogno è stata ancora al centro dell’attenzione, non solo sportiva, per un’altra ripresa: le bocce. Sabato 11 luglio si è disputata la “Gara della Ripartenza”, ossia il ritorno ufficiale delle competizioni presso il bocciodromo cittadino. La gara, specialità individuale per le categorie A1 e A della Raffa, ha potuto vantare anche la partecipazione di big provenienti dal Nord Italia. La vittoria, con il punteggio di 12-6, è andata a Luca Viscusi che ha superato in finale l’atleta di casa Pietro Cremaschi, terzo Pietro Zovadelli.

La kermesse, dalla valenza regionale, è stata organizzata dalla società di casa, la Codognese 88, il cui presidente Giorgio Ettami ha, fin dalla vigilia, chiarito l’obiettivo principe dell’evento: onorare la memoria degli amici bocciofili scomparsi a causa del Coronavirus. A tal proposito, nei giorni precedenti l’evento, Ettami aveva dichiarato che: “Abbiamo perso ben undici amici che amavano il nostro sport e volgiamo ricordarli con questa manifestazione organizzata a loro nome proprio nel bocciodromo dove amavano ritrovarsi”.

Altrettanto importanti le parole del Presidente Federale Marco Giunio De Sanctis che, intervenendo via audio-video, ha affermato come una competizione di bocce a Codogno “Assume un grande significato in quanto unisce il dolore, per quanto patito dalla cittadina e dal movimento boccistico, alla speranza per la piena ripresa dell’attività e della rinascita federale”.

Il via della gara è stato preceduto, al mattino, dalla celebrazione di una messa durante la quale sono stati ricordati i nomi dei deceduti, dopo di che l’attenzione si è tutta rivolta al bocciodromo per l’inizio delle ostilità. L’intero evento è stato soggetto al rispetto delle regole del protocollo sanitario tra cui la possibilità di accedere all’impianto, nel frattempo completamente sanificato, solo ad atleti ed addetti ai lavori; niente pubblico quindi, al quale sono stati destinati un maxischermo situato nel piazzale antistante il bocciodromo e la diretta streaming sui canali ufficiali Facebook e Youtube della Federazione.

Un sabato non come gli altri quello vissuto dalla popolazione di Codogno la quale ha potuto assistere, anche se non dal vivo, ad un incontro di bocce di alto livello tecnico e dal senso particolare. Una ripartenza che ha significato, anche e soprattutto, condivisione perché, come ha dichiarato Ettami alla conclusione della giornata, “Dopo aver vissuto insieme i momenti tristi ora vogliamo festeggiare, tutti uniti, il tempo della felicità e della ripresa delle bocce”.