Dopo il successo della prima Coppa del Mondo nel settembre 2017 e l’undicesimo Campionato Nazionale, disputatosi a giugno di quest’anno, il Para Trap torna a Lonato in veste iridata. Dal 4 fino al 6 ottobre, sulle linee di tiro internazionali del Trap Concaverde, si disputerà il campionato mondiale di tiro a volo, il primo in assoluto esclusivamente dedicato ai tiratori con disabilità fisiche.

Per l’occasione sono attesi più di 100 atleti, tra coloro che si contenderanno il titolo plenario e quelli che invece gareggeranno per il gran prix internazionale, in rappresentanza di 17 nazioni. Come spiega Daniele Ghelfi, delegato regionale FITAV e Competition:

“Il primo campionato mondiale di tiro a volo paralimpico, che ha visto la Federazione Italiana Tiro a Volo in prima linea per il raggiungimento di questo traguardo, è un segnale di estrema positività e forza per l’intero movimento del tiro sportivo. Questo mondiale è il frutto di un lavoro lungo e complesso, che si è dilungato per anni, durante il quale sono state delineate le regole, le modalità e i principi del Para Trap, e rappresenta un passaggio fondamentale nel percorso che ha come traguardo massimo l’inserimento di questa disciplina nel programma dei Giochi Paralimpici.”

Gli atleti chiamati a difendere i colori azzurri nel Mondiale saranno: Oreste Lai, Davide Fedrigucci e Omar Redaelli per la categoria SG-S; Francesco Nespeca, Paolo Bortolin ed Emilio Poli per la classe SG-U; infine Saverio Cuciti, Alessandro Spagnoli e Raffaele Talamo per quella SG-S. Il coach Benedetto Barberini ha inoltre convocato Cristian Ciocchi e Mirko Cafaggi per il gran prix internazionale.

Come sarà strutturato questo 1°Campionato del Mondo di Para Trap?

Come consuetudine, i partecipanti saranno suddivisi in tre differenti categorie: la prima, Sitting, includerà gli atleti sulla sedia a rotelle; la seconda, SG-L, tutti coloro che sparano in piedi con impedimenti agli arti inferiori; la terza, SG-U, coloro che stanno in piedi con menomazioni agli arti superiori.

Dopo una giornata riservata agli allenamenti, il 4 ottobre si darà il via all’evento con la cerimonia d’inaugurazione alla quale sarà presente anche l’Onorevole Giusy Versace, campionessa paralimpica e conduttrice televisiva. Venerdì 5 ottobre sarà il primo giorno ufficiale di gara, mentre il giorno successivo si terranno le finali alle 15 e saranno trasmesse da RAI Sport. L’ingresso per l’intera manifestazione sportiva è gratuito.

Come ha sottolineato Luciano Rossi, presidente FITAV e vice presidente della ISSF:

“Questo Campionato del Mondo è il risultato del duro lavoro che la FITAV ha fatto nel corso degli ultimi 11 anni. Siamo partiti dall’idea che lo sport debba essere accessibile a tutti e abbiamo fatto in modo di renderlo tale. Lo scorso anno siamo stati scelti dal World Shooting Para Sport, organismo del Comitato Paralimpico Internazionale, come organizzatori della prima Coppa del Mondo di Para Trap e quest’anno per il Primo Mondiale. Un riconoscimento importante per i grandi risultati ottenuti, sia in ambito nazionale sia in quello internazionale, che certifica ancora una volta il ruolo di leadership della FITAV e la nostra credibilità.”

L’elenco delle attività aperte al pubblico

Tra gli eventi che faranno da corollario al Campionato del Mondo di Para Trap si ricordano la dimostrazione dei cani guida dei Lions, sabato 6 ottobre alle 14, e, sempre lo stesso giorno, la tavola rotonda promossa da Beretta dal titolo “Sport paralimpico: esperienze a confronto”.

Tra i partecipanti ci saranno Luciano Rossi, Franco Gussalli Beretta, presidente della fabbrica d’armi Pietro Beretta spa, Ludovico Camozzi, della Camozzi Group, Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Alberto Areghi, docente dell’Università di Brescia e direttore della Brixia Accessibility Lab, Giovanni Pellielo, 4 volte medaglia olimpica nel trap e Luca Savardi Danesi, presidente di Icaro Sport Disabili.