GIANLUCA 7 ANNI #ANDRàTUTTOBENE

#AndràTuttoBene: i disegni dei bambini contro il virus per il concorso solidale di AiCS

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

L’appello del presidente dell’Associazione Italiana Cultura Sport: se promuoviamo tutti insieme momenti di socialità a distanza supereremo con più forza questo momento.

I disegni dei bambini contro la paura da contagio: questo l’intento del concorso social #AndràTuttoBene lanciato dall’Associazione Italiana Cultura Sport e rivolto a tutti i bambini d’Italia, per coinvolgere loro e le loro famiglie in un’attività culturale che sia in grado di superare le distanze di sicurezza imposte dai decreti anti-contagio.

I piccoli potranno partecipare disegnando o descrivendo le loro sensazioni in questi giorni di allerta: dovranno inviare il proprio operato ad AiCS che provvederà a pubblicarli tutti sui propri Facebook e Instagram.  La fotografia del lavoretto che avrà ricevuto più like sarà consegnata – insieme a una donazione di AiCS all’Istituto Nazionale per le malattie infettive “Lazzaro Spallanzani”, i cui virologi sono stati i primi in Europa a isolare il virus divenendo così il simbolo della lotta italiana al Covid-19.  

Agli autori dei tre lavoretti che avranno ricevuto più like sarà regalato un kit di materiale sportivo.

La nascita di questo progetto

Il concorso nasce dall’idea di Gianluca, 7 anni, piccolo tesserato AiCS di Forlì: sono stati lui e la sua mamma, con la sua idea a colori del mostro-virus da combattere, i primi a lanciare la sfida per il disegno più bello. E da lì, AiCS ha deciso di amplificare il concorso aggiungendo alla sfida anche la donazione ai ricercatori e ai sanitari al lavoro in questo difficile momento di emergenza.

Importante ora è adattarsi al cambiamento e non lasciarsi abbattere – spiega il presidente nazionale AiCS Bruno Molea -. Compito dell’associazionismo è oggi anche quello di cercare strade nuove per promuovere socialità anche in epoca di isolamento: questa è la nostra idea, ma ne seguiranno altre perché la comunità ha bisogno di cultura e socialità per non lasciarsi andare all’isolamento. Solo AiCS conta in Italia più di un milione di soci, riuniti in oltre 12mila associazioni tra sportive e culturali: se tutti insieme promuoviamo sport e cultura anche a distanza, avremo dalla nostra un’arma formidabile contro l’isolamento da virus. Abbiamo uno strumento utilissimo a disposizione: i social, usiamoli al meglio per stare insieme”.

Come fare a partecipare?

Per partecipare al concorso #Andratuttobene, inviare le foto di disegni e pensierini (con nome dell’autore e città di provenienza) a andratuttobene@aics.it o su whatsapp al numero di telefono 339.4008969.