A neanche un’ora di macchina da Roma, la Cascata delle Marmore è la meta ideale per tutti coloro che desiderano passare un weekend di pace e tranquillità. Oltre a lunghe passeggiate nei boschi o sulla riva del fiume Nera, il Centro Rafting Marmore offre la possibilità, ai più coraggiosi, di scendere le rapide in gommone, in Hydrospeed o in Kayak.

Un po’ di storia del Centro Rafting Marmore

Dopo un’esperienza di oltre 25 anni solcando i fiumi più belli del mondo, verso la fine degli anni ’80 prese piede l’idea di creare sugli Appennini un centro sportivo dedicato esclusivamente alle discipline olimpiche d’acqua viva. “Contatto con la natura, divertimento intelligente e aggregazione” sono le parole chiave che descrivono al meglio le diverse iniziative del Centro Rafting Marmore sul territorio umbro.

La sempre più spiccata necessità di muoversi ha permesso a questo genere di discipline di diventare alla portata di tutti specialmente dei bambini che sempre più numerosi si affacciano a questi sport. Lo stupore, la gioia e l’entusiasmo degli atleti hanno fatto sì che il rafting venisse considerato un gioco intelligente.

Le diverse attività del centro sportivo

Una volta completati i moduli d’iscrizione, il Centro Rafting Marmore fornisce ai partecipanti l’attrezzatura specifica completa per le diverse attività: una muta in neoprene, l’aiuto al galleggiamento salvagente, le scarpe in neoprene, il casco e la giacca d’acqua.

L’avventura inizia all’imbarco di Ferentillo dove si offre ai partecipanti la possibilità di scegliere su quale gommone imbarcarsi per scendere le rapide. L’associazione sportiva ha previsto inoltre numerose attività a seconda dei gusti delle persone: dalle più soft alle più coraggiose.

Il Rafting-soft e il Tubing-soft

Nella prima categoria rientrano tutte quelle discese che chiunque non sia un esperto può tranquillamente fare. In particolare, il Rafting-soft e il Tubing-soft prevedono percorsi non particolarmente impegnativi che anche chi non sa nuotare o i bambini possono affrontare in piena autonomia o coadiuvati da una guida che spiega loro le traiettorie.

Hydrospeed

Laddove invece il fiume rimbomba infrangendosi tra le rocce è possibile cimentarsi nell’hydrospeed, una specie di piccolo bob in plastica galleggiante che consente di flottare con sicurezza tra le rapide. Questo è un nuovo modo, molto coinvolgente, per affrontare la corrente. Questa attività però è ristretta a chi gode di buona salute, è in forma, sa nuotare ed è in grado di attenersi esclusivamente alle indicazioni della guida.

È bene ricordare che il tutto viene svolto nella massima sicurezza presso il Centro Rafting Marmore e prima di cimentarsi nella discesa, qualunque essa sia, i partecipanti devono assistere ad una lezione teorica e una pratica per far sì che oltre al divertimento ci sia la consapevolezza di quello che si fa, così da evitare spiacevoli inconvenienti.