È stato confermato anche per quest’anno il raduno per appassionati di bouldering in Valle d’Aosta, la Granpablock. Il bouldering consiste in un’arrampicata su massi, naturali o artificiali, fatta di particolari sequenze di movimenti dinamici, pochi e per un massimo di 8 metri, ma dalla difficoltà elevata; tra 8 e 9 agosto gli appassionati della disciplina, dai principianti fino agli esperti, i cosiddetti highball, sono attesi per dare il meglio di sé in una delle cornici più suggestive per l’arrampicata, il Parco Nazionale del Gran Paradiso, più precisamente presso il comune di Valsavarenche.

Nelle proprie scalate i boulder andranno ad affrontare centinaia di massi ancora intonsi, il cui percorso andrà dunque “liberato”: in questa disciplina infatti si parla di linee o vie per indicare il percorso da compiere per scalare il masso e che in genere va pulito durante l’arrampicata, rendendo il tutto ancora più difficile. A ciò va aggiunto anche che l’arrampicata avviene senza assicurazione, ma per evitare spiacevoli incidenti ogni arrampicatore si munisce di crash-pad, dei materassini posizionati strategicamente per attutire eventuali cadute. In più è garantita anche l’assistenza da parte di persone, dette spotter, pronte ad intervenire in caso di caduta (in questo caso saranno addetti della manifestazione).

La Granpablock sarà aperta a tutte le età, e i partecipanti man mano potranno comunicare all’organizzazione tutte le linee individuate e liberate tramite mail, così da poter creare una mappa completa del tracciato. Oltre a scalate di “piacere”, però, è prevista una gara, la Goldenblock, per i più esperti, con due linee (una maschile e una femminile) da scalare in 4 minuti; chi arriverà più in alto vincerà un premio di 250 euro. A questa si aggiungono la Bestblock, un premio offerto dagli sponsor per la miglior linea aperta, basandosi su criteri estetici e di difficoltà, e la Bimboblock, un’area apposita per i giovani boulder, con blocchi idonei ai bambini, il tutto nel rispetto delle norme di comportamento sia ambientale, sia anti-coronavirus.