Appuntamento dal 3 al 25 ottobre con il Giro d’Italia che è riuscito a conservare le canoniche tre settimane di durata; circa il percorso di gara non vi è ancora certezza assoluta in quanto la “Grande Partenza” in Ungheria non avrà luogo. Gli organizzatori sono dunque al lavoro per ridisegnare la Corsa Rosa, considerando anche il fatto che il meteo autunnale potrebbe influenzare, più che a maggio, soprattutto i classici tapponi di montagna.

Per quanto riguarda la start-list spicca la certa partecipazione del fenomeno belga Remco Evenepoel e le più che probabili di Vincenzo Nibali, secondo nel 2019, e del trionfatore di un anno fa Richard Carapaz. Aleggia poi il nome di Chris Froome, già sicuro di gareggiare al Tour, che tenterebbe così la doppietta Grand Boucle-Giro nella stessa stagione, impresa riuscita l’ultima volta a Marco Pantani nel 1998.

La stagione 2020 inizierà con “Le Strade Bianche” l’1 di agosto per proseguire poi con la Milano-Sanremo l’8, e con il Tour che partirà, come già annunciato settimane fa, il 29 e si concluderà il 20 settembre. Confermata la Tirreno-Adriatico dal 7 al 14 settembre. Ottobre sarà un vero tour de force che vedrà, oltre al Giro, la disputa di: Liegi-Bastogne-Liegi il 4, Giro delle Fiandre il 18, Parigi-Roubaix il 25 e Giro di Lombardia il 31. Nel medesimo mese, il 20, partirà la Vuelta che terminerà l’8 novembre.

Confermati infine i Mondiali in Svizzera dal 20 al 27 settembre, mentre sono ancora da definire con certezza le date dei Campionati nazionali e degli Europei.