Dopo lo svolgimento nei mesi scorsi del Giro d’Italia Virtuale e del Virtual Tour de France, il ciclismo mondiale sta entrando, prepotentemente, nell’era degli E-sports grazie all’organizzazione del primo Campionato del Mondo virtuale.

Dall’8 al 9 dicembre si disputerà sulla piattaforma Watopia, il mondo virtuale di Swift, sotto egida dell’UCI il primo Mondiale in cui i corridori si daranno battaglia per la conquista del titolo iridato che verrà assegnato al vincitore, non solo virtualmente, ma anche attraverso la consegna di una vera e propria maglia arcobaleno.

Mondiali di ciclismo virtuale UCI: non è più solo un'idea. Si svolgeranno  su Zwift... - BiciDaStrada

Importanti i numeri: 20 le federazioni invitate per l’evento maschile, 13 quelle per la prova femminile; dati che confermano come il fenomeno delle gare virtuali, che ha visto un vero e proprio boom durante il lockdown, sia in espansione e stia coinvolgendo anche i corridori professionisti.

L’UCI ha confermato che sia le gare maschili che quelle femminili avranno lo stesso numero di partecipanti, identici percorsi, medesime distanze, uguale copertura e parità di premi; uguaglianza di cui il presidente dell’UCI David Lappartient va fiero per un evento, definito dallo stesso come “momento storico”, che rappresenta un ulteriore ed importantissimo step nel piano di espansione del ciclismo mondiale verso il mondo virtuale.