L’automotive sta vivendo un periodo di innovazioni tecnologiche senza precedenti che lo stanno portando nel futuro grazie all’avvento di sistemi elettronici atti ad aumentare la sicurezza, sia attiva che passiva, ed il confort di guida. Il tutto sta avvenendo attraverso l’introduzione degli ADAS (acronimo di Advanced driver assistance system) e della cosiddetta “Guida autonoma”.

Gli ADAS sono degli aiuti alla guida che, non andando a sostituire il guidatore, non possono definirsi come “guida autonoma”; i principali sono: la frenata automatica d’emergenza, gli allarmi anticollisione, l’avvertimento di uscita involontaria dalla propria corsia, l’avviso di sosta in caso di stanchezza dell’autista, la svolta assistita, l’eliminazione dell’angolo buio degli specchietti retrovisori e il sistema che legge i segnali stradali.

I livelli di guida autonoma

La guida autonoma rappresenta, dal canto suo, il presente oltre che il futuro anche se, a ben vedere, sarebbe meglio parlare ancora di “assistenza al conducente” e non già di vera e propria guida autonoma in quanto attualmente si è arrivati alla concreta commercializzazione solo del secondo livello di autonomia. Secondo step che rappresenta una parziale automazione dell’auto e non quindi una piena autonomia. I livelli di guida autonoma sono 5.

Livello 1

Il guidatore ha il controllo totale della vettura ed è aiutato dal cruise control, il quale mantiene automaticamente la velocità impostata riducendo od aumentando l’andatura, e dal lane assist o lane keeping che interviene sullo sterzo per mantenere la giusta traiettoria.

Livello 2

Il cruise control e il lane keeping operano, a differenza di quanto succede a livello 1, simultaneamente.

Livello 3

L’auto si muove autonomamente, ma solo in determinate situazioni di percorsi e di andatura, imponendo quindi al guidatore di restare attento per essere pronto a riprendere il controllo della vettura. Questo livello, per ragioni normative, non è ancora installato su alcuna vettura anche se tecnicamente sarebbe già possibile utilizzarlo;

Livello 4

L’auto è completamente autonoma solo in prestabiliti contesti come per esempio le autostrade;

Livello 5

L’auto è priva di volante ed è completamente autonoma in ogni circostanza ambientale che si possa trovare.