180 partecipanti, 1 milione di Dollari di montepremi e 55 nazioni collegate. Cifre di per sé non straordinarie per un torneo di golf se non fosse che sono riferite ad un evento femminile e che, per di più, si svolgerà in Arabia Saudita. Infatti nel prossimo mese di Marzo il Paese Arabo ospiterà, presso il Royal Greens Golf & Country Club nei pressi di Jedda, per la prima volta nella storia un evento golfistico femminile organizzato dal massimo tour europeo. Entusiaste le giocatrici, che dovranno comunque indossare i pantaloni lunghi durante il gioco. Esse sono convinte che il torneo sarà un modo per fare emergere il golf anche in paesi così difficili oltre che dare l’opportunità alle atlete locali di conoscere questo meraviglioso sport.

Curiosità vuole che il campo che ospiterà l’evento è lo stesso che due mesi prima, in Gennaio, vedrà sfidarsi i migliori giocatori del mondo nel torneo recentemente salito alla ribalta delle cronache, non solo sportive, in quanto boicottato da Tiger Woods e Rory McIlroy.

Il golf è quindi parte integrante di quella vera e propria rivoluzione sociale e culturale in corso in Arabia Saudita portata avanti dal principe ereditario Mohammed bin Salman il quale guarda sempre più ad Occidente grazie anche allo sport ed in particolare al golf.