Dopo anni di nuoto agonistico, Elena ha scelto di portare avanti la sua passione per lo sport specializzandosi nella preparazione fisica e nell’allenamento funzionale. Tra i numerosi traguardi raggiunti nella sua splendida carriera c’è la qualifica come Nike Master Trainer. Il suo compito è infatti quello di formare nuove figure professionali nel settore sportivo in Italia seguendo le direttive Nike. Appassionata di running e di endurance, ha voluto condividere con noi le sue passioni.

1.      Come è nata questa passione per lo sport? Che sport hai praticato? La pratica sportiva quanto ha condizionato la tua vita?

Fin da piccola non mi sono mai fermata un attimo. Nella mia esperienza ho praticato veramente tanti sport: dal nuoto all’equitazione fino ad arrivare alla vela. Oltre a ciò ho praticato anche discipline di squadra e nel periodo scolare partecipavo ad ogni edizione dei Giochi della Gioventù. Non saprei proprio descrivere la mia vita senza l’attività fisica.

2.      Come è avvenuto questo passaggio dallo sport al mondo del fitness? Pensi che siano due mondi separati o sono interconnessi tra di loro?

Premetto che non ho mai smesso di fare sport, il fitness mi ha permesso di far diventare questa mia passione per il movimento un vero e proprio lavoro. Ammetto che terminata la mia carriera agonistica ho provato a studiare architettura senza particolare entusiasmo. Mi sono resa conto che questo percorso di studi non riusciva a soddisfare la mia sete di movimento. Mi teneva troppo lontana dall’allenamento e dell’attività fisica. Così cambiai completamente rotta e mi avvicinai al mondo del wellness. Venendo dal nuoto iniziai a tenere i primi corsi di acquagym e poi successivamente mi specializzai in diverse discipline.

3.      In quante discipline sei specializzata? Quale tra queste ti piace di più insegnare e perché? Di solito che genere di persone chiedono il tuo aiuto?

Nella parte olistica sono specializzata nel pilates mentre per quanto riguarda gli allenamenti ad alto impatto nel genere dei funzionali. Tra i due settori sinceramente mi piace allenare di più il secondo perché si avvicina di più a quelle che sono le mie esigenze sportive. Al momento infatti mi sto preparando per affrontare gare di triathlon. La riuscita di questo progetto dipende esclusivamente da una buona parte di allenamento funzionale.

4.      Sappiamo che fai parte del Nike Master Trainer. In che cosa consiste il tuo lavoro?

La mia collaborazione con Nike è nata circa 5 anni fa. In quel periodo il brand statunitense nutriva l’esigenza di portare nel nostro paese un determinato stile di allenamento: il Nike Training Club. Così sono partita per gli Stati Uniti per formarmi in quello che è considerato l’allenamento funzionale per eccellenza. Il mio compito come Nike Master Trainer è proprio quello di formare coach italiani in questa disciplina.

5.      Questo tuo percorso nel mondo del fitness ti ha permesso di diventare sia Group Instructor che Personal Trainer. Quali sono gli obiettivi che hai raggiunto? Quale dei due tipi preferisci?

Devo ammettere che a livello di soddisfazione entrambe le categorie mi hanno permesso di avere grandi meriti. Quando hai davanti a te una sola persona è più facile notare i miglioramenti, specialmente se costei ha un obiettivo specifico. Il gruppo invece ti permette di conoscere più persone ed è bello creare sintonia con loro.

6.      Come è nata l’idea di aprire il tuo blog JustLoveFit? Che genere di contenuti inserisci? A chi ti rivolgi soprattutto?

Con il mio blog mi rivolgo a tutti: da chi è già uno sportivo, a chi sogna di diventarlo, ma anche a tutti coloro che hanno voglia di leggere qualcosa di inerente alle proprie passioni. Il mio obiettivo è quello di ispirare sempre più persone a muoversi di più e meglio. I contenuti in Just Love Fit sono per lo più inerenti all’attività fisica in generale senza soffermarsi nel dettaglio ad uno sport specifico. Si parla anche di alimentazione e motivazione, due argomenti strettamente collegabili al fitness.

7.      Hai particolari progetti per il futuro?

Nel mio futuro sportivo per il momento c’è il triathlon. Devo arrivare in forma per la gara di Ironman a Pescara. Mentre invece dal punto di vista lavorativo ovviamente c’è l’idea di portare avanti il mio blog e farlo crescere sempre di più inserendo nuovi contenuti.

8.      Qualche consiglio ai nostri lettori per rimanere in forma e condurre uno stile di vita sano?

In realtà ne ho davvero tanti. Quello diciamo più importante, senza dilungarmi ulteriormente, riguarda la pigrizia. Non fatevi rapire dalla tecnologia e dalle sue novità. Continuate sempre a sperimentare tutto quello che si può sul movimento senza lasciarsi scoraggiare. Meglio provarci piuttosto che rinunciare.