Si terrà sabato 30 marzo 2019 l’inaugurazione annuale del progetto “Inferno, Purgatorio e Paradiso bike trial”, un modo nuovo di vivere lo sport e il territorio. Nessuna gara, nessuna classifica, nessuna tensione agonistica, solo voglia di divertirsi e godersi il panorama pedalando.

Si tratta infatti di un percorso ad anello segnalato per le colline che costeggiano Firenze che riprende un antico e celebre tracciato escursionistico noto come Anello del Rinascimento. In realtà i percorsi sono tre come i regni dell’aldilà attraversati dal sommo poeta nella Divina Commedia.

I tre diversi percorsi

Il percorso “Inferno” è interamente sterrato ed è dedicato alle MTB. È un anello di ben 165 chilometri e 4000 metri di dislivello che dunque merita ampiamente il nome che gli è stato dato. Un tracciato duro, nel quale, a dispetto della formula non agonistica del progetto, i bikers dovranno impegnarsi a fondo. Per completarlo si potrebbero superare le sette ore.

Il “Purgatorio” presenta tratti asfaltati e tratti di strade bianche, può essere dunque affrontato con una gravel bike, una bicicletta con geometria da corsa ma attrezzata per affrontare anche brevi tratti sterrati. Anche questo percorso è altamente impegnativo con i suoi 157 chilometri e i 2700 metri di dislivello, distribuiti al 50% su sterrato e al 50% su asfalto.

Infine il “Paradiso” è un percorso interamente asfaltato che può essere coperto con le bici da strada. A dispetto del nome è il tracciato più lungo, quasi 200 chilometri con 4000 metri di dislivello, ma il fatto che sia interamente su asfalto lo rende meno impegnativo degli altri due. Gli organizzatori consigliano di non affrontarlo in un solo giorno, ma di trattenersi almeno per un week-end, così da poter apprezzare al meglio il paesaggio e i luoghi che si attraversano pedalando.

I paesaggi toscani fanno da sottofondo

Tutti i percorsi si snodano lungo paesaggi toscani di incommensurabile bellezza, fatti di colline, rocche, ville, ma anche botteghe e aziende agricole alcune delle quali convenzionate con il progetto e in cui i partecipanti possono fermarsi per scoprire prodotti tipici e tradizioni locali. Per partecipare occorre registrarsi al sito di “Inferno, Purgatorio e Paradiso bike trial” (http://infernotrail.weebly.com), scegliere il percorso desiderato, scaricare la mappa e organizzarsi per partire.

Con la registrazione sul sito si avranno a disposizione la traccia GPS, l’elenco delle strutture ricettive convenzionate, la tessera MSP Italia settore ciclismo, una doccia presso gli impianti della Polisportiva Colline Medicee di Seano e il parcheggio auto.

A tutti coloro che dimostreranno di aver completato almeno uno dei percorsi verrà rilasciato un attestato di finisher.