ippovia del Cormor

Ippovia del Cormor: in Friuli a cavallo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

L’Ippovia del Cormor permette di attraversare molti splendidi luoghi del Friuli a cavallo.

Gli appassionati di equitazione sono sempre alla ricerca di nuovi percorsi da affrontare in sella ai loro amati destrieri. L’Ippovia del Cormor è uno degli itinerari più affascinanti che è possibile trovare nella nostra penisola. Si tratta di un percorso collinare affrontabile sia a cavallo che in bicicletta o a piedi. Raggiunge e attraversa luoghi naturali come parchi, riserve, boschi, supera colline e valli, costeggia laghi e fiumi, e raggiunge luoghi di interesse culturale come aree archeologiche, chiese, dimore storiche e borghi.

Come nasce l’Ippovia del Cormor

L’Ippovia del Cormor nasce come percorso percorribile principalmente a cavallo. Al suo interno o nelle immediate vicinanze, infatti, si trovano maneggi e stazioni di sosta attrezzate dove il cavaliere ed il cavallo possono trovare assistenza e ristoro. Sono anche numerose le possibilità per pernottare in foresterie, agriturismi, casolari privati o pubblici rifugi. Si snoda lungo la valle del fiume Cormor e si estende tra pianure e paesaggi collinari. Attraversa le frazioni rurali di sette comuni della fascia pedemontana udinese (Tavagnacco, Pagnacco, Tricesimo, Colloredo di Monte Albano, Cassacco, Treppo Grande, Buja).

Un po’ di numeri

L’Ippovia del Cormor parte dal Parco del Cormor, in Provincia di Udine, a un’altitudine di 116 metri sul livello del mare. La sua lunghezza è di circa trenta chilometri consente di arrivare a Buja, località situata a 201 metri sul livello del mare. Il dislivello totale da superare è di circa 200 metri. L’altitudine minima è di 114 metri slm. Quella massima è invece di 234 metri slm. Il tempo di percorrenza media è di circa tre ore per l’andata e altre tre ore per il ritorno. La strada è principalmente sterrata con pochi tratti in asfalto che però non affaticano i cavalli. Lungo il tragitto si possono ammirare paesaggi immersi nel verde, una fauna e una flora incontaminate, scorci di civiltà rurale, monumenti, palazzi, ville e chiese con un fascino tutto da scoprire.

Ippovia valle del cormor nella città Tavagnacco

Francesco Papa