Jeremy Scatena

Jeremy Scatena critica aspramente il World Padel Tour

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Jeremy Scatena, il numero uno tra i giocatori francesi di Padel attualmente classificati nel ranking, ha aspramente criticato il World Padel Tour. Prima però ha precisato quale sarà il suo calendario nel 2021:

“Farò i primi due tornei dell’anno in Paraguay. Partirò a breve. Giocherò con Sergio Icardo, numero 93 del WPT. È il miglior compagno che abbia mai avuto in termini di classifica”.

Poi è arrivata la stoccata vera e propria al WPT:

“Con il WPT, non posso condividere le partite in streaming con la mia famiglia, non posso condividere video, non posso scattare foto. Il World Padel Tour è una dittatura. Non possiamo fare nulla!”

Jeremy Scatena ha motivato quindi la sua partecipazione alla prima tappa dell’APT Padel Tour, il circuito alternativo:

“Avevo bisogno di andare in un circuito che mi permettesse di fare più cose, che mi riconoscesse, che non mi mettesse sul campo 13 e che pagasse i miei conti. Il WPT non mi ha pagato alcun conto. Noi francesi non siamo trattati molto bene nel World Padel Tour, ma penso che sia una cosa che cambierà. Il fatto che io me ne sto andando è sicuramente un segnale per loro. Dovrebbero dire ‘Forse stiamo scherzando e tratteremo meglio chi viene da fuori’. È importante che nel WPT giochino i migliori francesi, portoghesi, svedesi e austriaci. Quando guardi i partecipanti ai tornei, ci sono solo spagnoli o argentini, non ci sono più nazionalità. Non siamo considerati dal WPT e non abbiamo visibilità. Chi finanzia il World Padel Tour è una birra (Estrella Damm). Nel 90% dei paesi del mondo non è possibile fare pubblicità con alcolici. Il mercato principale di Estrella Damm è la Spagna. Oggi, purtroppo, il nostro sport è la pubblicità della birra in un paese. È triste”.

Per il giocatore francese ci sono però spiragli di crescita per il circuito:

“Penso che la situazione si evolverà abbastanza rapidamente perché ci sono fondi di investimento svedesi che sono entrati nel World Padel Tour e vogliono organizzare i tornei fuori dalla Spagna. Sicuramente il circuito internazionale oggi è l’APT, mentre il WPT è un circuito fieristico spagnolo. Sono certo che molti giocatori seguiranno il mio esempio, magari chi sarà tra il 40esimo ed il 60esimo posto in classifica.”

Visitate TheSportSpirit.

Tommaso Serena

Vuoi sapere tutto sul Padel?

Notizie, curiosità, consigli e guide per tutti gli appassionati di Padel.