Il 14 gennaio, presso il Salone d’Onore del CONI, si terrà la prima di una serie di iniziative volte ad aiutare i tecnici allenatori a creare rapporti ancora più efficaci con i propri atleti. L’obiettivo di “La relazione atleta, tecnico, famiglia” è quello di fare il punto soprattutto sull’importanza del rapporto tra le varie parti, funzionale al sostegno dello sportivo nelle sue varie fasi di sviluppo.

Per tale occasione saranno inoltre presentati anche i dati di una ricerca effettuata su questo specifico argomento ed anche altre simili iniziative future. Il programma prevede tra gli interventi anche quelli del vicepresidente vicario della Federazione Daniela Isetti e di Davide Cassani che coordinerà la tavola rotonda finale.

Il workshop avrà una durata di due ore circa con chiusura prevista per le 13.

Il programma di “La relazione atleta, tecnico e famiglia”

Ore 10,30 Saluti di benvenuto con Carlo Mornati, Segretario Generale del CONI.

Ore 10,45 Apertura del workshop con obiettivi e struttura a cura di Orazio Arancio, Presidente della Commissione Tecnici CONI e di Daniela Isetti, componente Commissione Tecnici CONI.

Ore 11,00 La ricerca sul rapporto tra atleti, tecnici e familiari a cura di Prof. Fabio Lucidi e Prof. Stefano Livi, Università La Sapienza, facoltà di Medicina e Psicologia

Ore 11,35 Le prospettive future, ricerche di approfondimento, processi formativi specifici e predisposizione di pubblicazioni specifiche a cura di Dott. Valter Borellini.

Ore 12,00 La relazione atleta/tecnico/familiari come elemento fondante per il raggiungimento degli obiettivi di performance di Emanuela Maccarani, Marco Mencarelli, Giovanni Sirovich, Valentina Turisini

Ore 12,30 Tavola rotonda con i relatori dove vengono toccati tutti gli obietti della giornata: condividere l’importanza del rapporto tra atleta, tecnico e familiari funzionale al sostegno dell’atleta nelle sue varie fasi di sviluppo, presentare i dati della ricerca effettuata, presentare le iniziative future per aiutare i tecnici/allenatori a creare relazioni e rapporti ancora più efficaci con i propri atleti.