Torna, dal 24 al 26 gennaio, la competizione di sci di fondo più famosa d’Italia: la Marcialonga, che si svolge in Val di Fassa e in Val di Fiemme e giunge ormai quest’anno alla sua 47esima edizione. Istituita nel 1971 ispirandosi alla Vasaloppet, gara di sci di fondo svedese, la gara ha sempre avuto come base 70 km di lunghezza (salvo qualche edizione) e il passaggio per le due valli sopra citate.

 Da Moena a Canazei, da Predazzo a Molina di Fiemme, fino a Cavalese, i concorrenti gareggeranno in una sfida impegnativa, fatta di discese e salite che richiedono un’ottima preparazione atletica, soprattutto quest’anno dove le precipitazioni sono state sufficienti per mantenere la lunghezza originale del tracciato, senza doverlo accorciare come successo ad esempio nel 2015 e nel 2017.

Marcialonga 2020: tutti i dettagli!

Alla gara prenderanno parte 7500 atleti tra uomini e donne, tutti desiderosi di subentrare nell’albo d’oro dei vincitori, da Ulrico Kostner nel 1971 fino a Petter Eliassen e Britta Johansson Norgren nel 2019. La gara regina, la più attesa, si disputerà l’ultimo giorno dell’evento, domenica 26 gennaio, affiancata da una versione “light” di 45 km, istituita nel 2006. Tuttavia il Comitato Organizzatore della Marcialonga offre altre gare, rendendo la tre giorni sulla neve ricca di eventi e accessibile a tutte le fasce d’età.

Tra le competizioni infatti troviamo anche: la Marcialonga baby (24 gennaio – 15:00), riservata ai bambini da 0 a 6 anni, che dovranno percorrere 100 metri di neve nel centro di Predazzo; la Mini Marcialonga (25 gennaio – 14:00), per i bambini da 6 a 12 anni, che si svolgerà lungo un anello di 3 km allo Stadio del fondo del Lago di Tesero; la Marcialonga Young (25-26 gennaio), con gare dedicate a diverse fasce d’età fino ai 19 anni, divise in “Ragazzi” (2006-07), “Allievi” (2004-05), “Aspiranti” (2002-03) e “Junior” (2000-01), che in base all’età potranno percorrere tracciati di 4, 9 e 14 km; la Marcialonga Story (25 gennaio – 9:30), istituita nel 2013, in cui si percorrono 11 km, aperta a tutte le età ma in cui si gareggia solo con attrezzatura antecedente al 1976, ovvero sci in legno con attacco superiore a 75 mm, scarponi in cuoio e racchette di bambù; la Marcialonga Stars (25 gennaio – 13:00), gara associata alla LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori), lunga 1,5 km e divisa in sci di fondo e corsa con le ciaspole, dove celebrità di diversi ambiti, da quello sportivo allo spettacolo, vengono richiamate per una gara non competitiva e dallo stampo benefico. Chiudono questa tre giorni intensa la Marcialonga classica e la Marcialonga light, chiusura perfetta di un evento pronto a richiamare migliaia di atleti.