Foto3

Mascia Ferri: “il mio sogno? i 500km/h!”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Il record del mondo di Speed Skydiving è tutto italiano e a detenere questo primato è la paracadutista italiana Mascia Ferri con 418km/h

In cima a tutte le classifiche di Speed Skydiving, il paracadutismo di velocità, troviamo sempre il suo nome: Mascia Ferri. Dopo aver collezionato titoli italiani, record del mondo, un lavoro all’Università La Sapienza come sociologa e la bellezza di 1200 lanci, la donna più veloce al mondo ha un nuovo sogno nel cassetto: raggiungere i 500 km/h in caduta.

“Per il momento siamo ancora in pausa, non sappiamo ancora quando riprenderanno le competizioni. C’è da dire ovviamente che il COVID ha generato sicuramente disastri inimmaginabili sulle attività. Durante i mesi di fermo sono stati letteralmente bruciati anni di preparazione e di sogni. Ma non mi abbatto e ora sogno di poter raggiungere i 500 km/h e spero di essere la prima donna a farlo.”

Il paracadutismo è un amore nato a sedici anni. Mascia Ferri si trovava all’Aeroporto di Roma Urbe quando vide atterrare un gruppo di atleti. Scattò subito la scintilla per uno sport che l’ha accompagnata, tra alti e bassi, per tutta la sua vita.

“Le emozioni che si provano variano a seconda del lancio. Bisogna infatti distinguere quelli fatti per puro divertimento e quelli da gara e di allenamento. Il primo è un’esplosione di energia ed emozioni positive. C’è molta meno tensione, si ride con gli amici e si gode la vista del panorama. Nel secondo invece non c’è proprio spazio all’emotività, un passo falso e sei fregato. La concentrazione è tutto.”

Il record di velocità

La disciplina dove Mascia Ferri è primatista al mondo si chiama Speed Skydiving e consiste sostanzialmente nel raggiungere la maggior velocità possibile in 2300 metri di caduta. Superata infatti la soglia dei 1700 metri inizia la fase più difficile e più complicata di tutte, quella di decelerazione, che porta successivamente all’atterraggio.

“La tecnica ovviamente mi vieta di aprire il paracadute quando mi trovo a più di 200 km/h per evitare traumi, colpi di frusta, ma soprattutto andrei incontro a morte certa.” Spiega la paracadutista italiana. “È vero però che non abbiamo uno strumento che misura esattamente la velocità e quindi devo basarmi sostanzialmente sulla mia esperienza. Sotto questo aspetto il nostro corpo è fantastico, è dotato di una memoria infallibile.”

Il paracadutismo come stile di vita

Diventare un paracadutista non significa solamente lanciarsi da un aero a 4mila metri, ma è abbracciare e condividere un nuovo stile di vita. “Prima di tutto ci vuole molta passione e determinazione. Senza di questo non si va da nessuna parte. Infine, purtroppo, è uno sport costoso che richiede investimenti e talvolta anche sacrifici.” Queste sono le qualità essenziali che secondo Mascia Ferri non possono mancare in ogni appassionato.

“Si parla di un mondo a sé dove non esistono sostanziali differenze, lancisticamente parlando, tra uomo e donna. È una vita itinerante che ti porta a scoprire il mondo. Durante il weekend si lascia tutto fuori. Sparisce il telefono, sparisce il computer e così anche tutte le preoccupazioni. Non puoi permetterti di stressare ulteriormente il tuo corpo. Già gli chiedi performance fisiche elevate.”

Sono tutte esperienze che letteralmente creano dipendenza, la vera difficoltà alcune volte è trovare la consapevolezza di fermarsi e a raggiungere anche nuovi obiettivi. “Il paracadutismo ti insegna a vedere le situazioni con più serietà e in modo completamente diverso. Scrutiamo il mondo dall’alto”

Vuoi sapere tutto sul Paracadutismo?

Notizie, curiosità, consigli e guide per tutti gli appassionati di paracadutismo.