Definito da due miti della F1 quali Jackie Stewart e Michael Shumacher come “Secondo solo dopo a Monaco come difficoltà” e “Il piccolo Nurburgring”, il circuito canadese di Mont-Tremblant può vantare caratteristiche che lo rendono unico nel panorama internazionale dell’automobilismo. Infatti, data l’ubicazione ai piedi di una montagna, per alcuni mesi all’anno rimane letteralmente sommerso dalla neve per poi “rinascere” con la stagione primaverile.

La storia di Mont-Tremblant

“Le Circuit”, come amano chiamarlo gli appassionati, è stato aperto nel 1964 e da subito ha catturato l’attenzione del mondo del motorsport grazie ad un layout interessante caratterizzato da variazioni altimetriche e piano stradale stretto e tortuoso. Di contrasto vi era l’elevato rischio di una pista così “old style” che ha portato ad inizio anni 2000 ad un deciso rinnovamento in termini di sicurezza.

Risultati immagini per mont tremblant circuit

Tale rinnovamento non ha comunque scalfito il punto di forza di “Le Circuit” che tuttora rimane il grande fascino dell’ambientazione attorno. Foreste, colline che fungono da tribune naturali, laghi, resorts, un centinaio tra ristoranti e bar rendono tale circuito una meta immancabile in quanto capace di far assaporare o riassaporare le atmosfere, ormai quasi sparite, del vero motorsport.