Il progetto, che si sta sempre più definendo in questi giorni con una serie di incontri di settore, prevede la realizzazione di 27 eventi che coinvolgeranno 146 scuole di ciclismo e 5000 ragazzi tra i 5 e 15 anni 

2+Milioni di KM, la manifestazione non competitiva ideata e organizzata da Bikevo in cui gli Italiani sono saliti in sella per convertire i km pedalati in donazioni a favore anche dell’attività ciclistica giovanile della Federazione Ciclistica Italiana, si è chiusa con un innegabile successo sia per il numero di chilometri “pedalati” che per la cifra raccolta, che verrà adesso destinata agli scopi indicati in occasione del lancio.

La Federazione ha già messo in moto la macchina organizzativa per realizzare quanto annunciato in fase di lancio, ovvero intervenire direttamente sulle 146 scuole di ciclismo presenti sul territorio nazionale, realizzando una serie di manifestazioni a carattere promozionale in grado di coinvolgere oltre 5.000 ragazzi di età compresa tra i 5 ed i 15 anni.

Il progetto Bicimparo

Dopo gli incontri con le Scuole di Ciclismo per raccogliere tutti gli spunti utili per realizzare al meglio tale iniziativa che, è importante ricordarlo, coinvolgerà in maniera sinergica diversi Settori della Federazione con il coordinamento del Settore Tecnico Nazionale Giovanile, sono stati definiti alcuni aspetti fondamentali del progetto ed è stata stilata una road map per arrivare in tempi brevi alla sua realizzazione. L’impegno è sempre stato quello di realizzare iniziative in occasione della ripartenza dell’attività per la prossima primavera.

La sfida, dal punto di vista tecnico organizzativo è intrigante: realizzare delle manifestazioni promozionali alla portata di tutti i bambini che vorranno provare ma che contengano anche un carattere tecnico in grado di appassionare e coinvolgere i partecipanti. È stato ipotizzato di utilizzare la formula delle manifestazioni internazionali giovanili di Trial, che risultano stimolanti e divertenti, con divisione in settori dell’area a disposizione e livelli diversi di difficoltà. Per realizzare le manifestazioni su tutto il territorio nazionale, dato l’alto valore promozionale e di comunicazione, la Federazione, sta chiudendo un accordo con un’azienda internazionale di prima grandezza che fornirà logistica (laddove necessario) e materiale tecnico.

È importante sottolineare che, nell’ambito comunicazionale, Bikevo sarà vicino alla Federazione, dando tutto il supporto necessario. Max Morocutti (AD di Bikevo ndr) ritiene infatti che il progetto possa essere utile per portare i giovani verso un uso quotidiano e responsabile della bicicletta anche come mezzo di trasporto.

Quali saranno gli obiettivi?

L’obiettivo sarà quello di realizzare un momento di incontro tra le Scuole di Ciclismo che insistono sullo stesso territorio, finalizzato alla promozione delle attività delle stesse scuole, del ciclismo giovanile e del corretto utilizzo della bicicletta. Gli eventi saranno infatti aperti anche (soprattutto) ai non tesserati, che avranno l’opportunità di realizzare percorsi semplificati ma stimolanti, in grado di far apprendere le tecniche base per una corretta guida della bicicletta e, magari di appassionarli al nostro sport.

Il progetto, che partirà la prossima primavera, si chiamerà BICIMPARO e vedrà l’organizzazione di 27 eventi a carattere interprovinciale o regionale, in base al numero di Scuole presenti in ciascuna regione. E’ stato presentato dal consigliere Maurizio Ciucci in occasione dell’ultimo Consiglio Federale. “Abbiamo avuto diversi incontri con Bikevo e Dyamo Camp (quest’ultima, insieme alla FCI è la destinataria dei fondi raccolti, ndr) – ha ricordato il consigliere federale di riferimento per le attività giovanili -, che si sono dimostrati soddisfatti per l’esito dell’iniziativa” che dovrebbe essere ripetuta già il prossimo anno.

Per la definizione del format delle manifestazioni è stato istituito il gruppo di lavoro composto da Silvia Epis (Direttore Tecnico Nazionale Giovanile), Angelo Rocchetti (Commissario Tecnico del Trial), Giuseppe Marzano (fondatore della Scuola di Ciclismo Franco Ballerini di Bari), Roberto Fontini (componente della Scuola di Ciclismo Cavriglia Bellosguardo di Arezzo), Andrea Toni (rappresentante della regione con il maggior numero di Scuole di Ciclismo) e Vittorino Gasparetto (rappresentante della regione Veneto). Il gruppo di lavoro verrà coordinato dal Vice Presidente Vicario Daniela Isetti e dal Consigliere Federale Maurizio Ciucci.