Si è disputata domenica 6 ottobre l’edizione 2019 della Granfondo Tre Valli Varesine. L’evento, organizzato dalla Società Ciclistica Alfredo Binda di Varese, era valevole come prova del circuito UCI Granfondo World Series e ha visto, pertanto, la partecipazione di atleti provenienti da tutto il mondo che si sono dati appuntamento di buon mattino in Piazza della Repubblica nel capoluogo varesino. Due i percorsi disponibili per i partecipanti: una mediofondo di 103 km e una Granfondo da 130 km.

La gara

Tutte le prove sono state molto combattute. L’altimetria di entrambi i percorsi non era proibitiva, ma, al di là di questo, è stato il livello altissimo dei partenti a determinare esiti incerti fino allo sprint finale per quasi tutte le classifiche. Solo la Granfondo femminile ha visto una vittoria per distacco, tutte le altre prove si sono risolte con volate sul filo di lana.

La classifica della Mediofondo maschile

A vincere sul percorso medio è stato Fabio Motalli, atleta del Team LNC-Jolly wear, che ha chiuso la prova in 2h 47’ 29”, media 36,91 km/h, precedendo in volata Claudio Bina, dell’ASD Team All4cycling bcd, e Leonardo Viglione, ciclista dell’ASD Sanetti Sport Amici dei Vigili del Fuoco.

La classifica della Mediofondo femminile

Incerta fino all’ultimo metro anche la prova femminile della Mediofondo con Michela Gorini, del Team Fausto Coppi Fermigano, che ha preceduto di pochi centimetri Michela Bergozza, della KTM ASD Scatenati, e Tamara Rollini, atleta dell’ASD Cycling Center. La Gorini ha terminato la prova in 3h 08’ 19” alla media di 32,83 km/h.

La classifica della Granfondo maschile

A vincere la Granfondo maschile è stato Federico Pozzetto della ASD Cicli Copparo. Pozzetto ha fermato il cronometro in 3h 23’ 20”, con una media oraria pari a 38,40 km. Con lui sul traguardo, staccati di un soffio, il secondo Davide Busuito, del Team De Rosa Santini, e Roberto Cesaro, del Team Cesaro Falasca.

La classifica della Granfondo femminile

La Granfondo femminile è stata l’unica prova della Tre Valli a non decidersi in volta. Infatti la vincitrice, la svedese Eva Lindskog, ha coperto i 130 km di gara in 3h 58’ 17” alla media di 32,75 km/h, precedendo di 4’ 21” la svizzera Alina Mylka e di 4’ 41” la tedesca Krestin Brachtendorf.