Proprio nel weekend decisivo per la sfida Nibali-Carapaz era in palio un’altra maglia rosa: quella del Giro d’Italia Amatori. Si è corsa in Umbria tra il 31 maggio e il 2 giugno, infatti, l’ottava edizione della gara riservata al ciclismo amatoriale. La corsa a tappe amatoriale prevedeva tre frazioni: una a cronometro, una a circuito e una in linea. La gara in linea, in programma domenica, era valevole anche come prova unica del Campionato Italiano Mediofondo organizzato dalla Federazione Ciclistica Italiana.

Tappa a cronometro

Venerdì 31 maggio da Santa Maria degli Angeli, frazione di Assisi (PG), sono scattati dalla rampa del via un centinaio di corridori con l’ambizione di vestire la maglia rosa, però nella cronometro di 8 km, contro i 12 previsti alla vigilia e poi accorciati a causa di un incidente sul percorso, i rapporti di forza all’intero del gruppo sono apparsi già chiari. Tra i master prima fascia (19-49 anni) a far segnare il miglio tempo è stato Ciro Greco, corridore del Posia Team, che ha chiuso la prova con il tempo di 9’54” davanti per soli quattro secondi a Bruno Sanetti, dei Vigili del Fuoco, e ad Elia Aggiano, dell’Airone Leo Constructions, che ha fatto fermare il cronometro a 10’02”.

Tra le donne ha vinto la maltese maltese Marie Claire Aquilina in rappresentanza della sua nazionale (tempo 11 ‘03”) che ha fatto meglio di Chiara Damiani (Team Fausto Coppi Fermignano – 11’30”), e di Elisa Rigon (AS Roma Ciclismo – 11’47”). Nella categoria over 50 a spuntarla è stato Stefano Nicoletti del Team Argon 18.

Tappa a circuito

Nella prova a circuito di sabato i corridori dovevano affrontare un circuito tra Ponte Rosciano, Deruta e Torgiano della lunghezza totale di 70 km. A vincere è stato Salvatore Solina, atleta della Airone Leo Constructions, dopo una fuga a sei iniziata già al primo giro dei quattro in programma. Solina è riuscito a guadagnare nell’ultimo chilometro un piccolo vantaggio sui compagni di fuga che gli ha consentito di presentarsi tutto solo al traguardo. La vittoria però non gli ha consentito di vestire la maglia rosa, sempre saldamente sulle spalle di Ciro Greco che faceva parte, Valerio Garofalo (Airone Leo Constructions), Elia Aggiano (Airone Leo Constructions), Dario Perilli (Vigili del Fuoco) e Stefano Nicoletti (Team Argon 18), della fuga vincente. Nicoletti era l’unico di questo drappello a far parte della seconda fascia master (over 50) e ha consolidato il suo primato nella categoria.

Se tra gli uomini la seconda tappa non ha dato scossoni alla classifica generale, per le donne c’è stato un’importante avvicendamento in testa. Infatti a imporsi è stata Marina Lari del Team Bike Innovation che ha tagliato il traguardo con un’importante vantaggio sulla maglia rosa Marie Claire Aquilina (Nazionale Maltese) e Chiara Damiani (Team Fausto Coppi Fermignano), andando a vestire il simbolo del primato.

Tappa in linea

Domenica 2 giugno non c’era in palio solo la vittoria di tappa e la maglia rosa finale, ma anche il titolo di Campione Italiano della Mediofondo. I corridori sono pertanto partiti subito con l’intento di fare una gara dura e selettiva. Gli 86 km della gara in linea erano certo i più insidiosi di questa edizione del Giro d’Italia Amatori. Già dai primi metri ci provano in molti ad andar via.

A metà corsa sembra esserci la svolta: una fuga con Wladimiro D’Ascenzo, della Melania Omm Faleria, prende un margine sul gruppo di oltre un minuto e mezzo. D’Ascenzo, essendo tra i primi dieci in classifica generale, è cliente scomodo e lo sa bene Ciro Greco che si impegna in prima persona per andare a ricucire lo svantaggio. Ci riesce solo alla fine di un’impegnativa salita che sembra averlo stremato. Ma alla fine sorprendendo tutti Greco riesce a vincere anche quest’ultima tappa con una volata perfetta e a portare a casa il Giro d’Italia Amatori con due vittorie di tappa e a laurearsi Campione Italiano Mediofondo.

Risultati finali

In classifica generale Ciro Greco si è imposto su Wladimo D’Ascenzo e su Elia Aggiano, rispettivamente secondo e terzo. La categoria Master seconda fascia è stata invece vinta da Stefano Nicoletti su Salvatore Russo, del Bollino Team, e Valter Basili della Melania Omm Faleria.

Per le donne a vincere è stata Marina Lari davanti a Marie Claire Aquilini e a Chiara Damiani, atleta della Fausto Coppi Fermignano.