Sulle strade della classica delle foglie morte, domenica 13 ottobre, si sono dati battaglia duemilacinquecento cicloamatori. L’appuntamento con la Gran Fondo Il Lombardia ha chiuso il calendario degli eventi dedicati agli amatori e organizzati da RCS Sport. Circa la metà degli iscritti è arrivato da oltre confine. Tutti i cinque continenti sono stati rappresentati. Rispetto al 2018, cresce il numero delle nazionalità presenti: al via atleti di 41 paesi diversi, tra cui anche Lussemburgo, Estonia, Polinesia francese, Grecia, Ungheria, Israele, Cipro, Monaco, Benin e Giappone.

Il tracciato

Il percorso della Gran Fondo con partenza da Cantù alle 7:30, comprendeva salite le di Sormano con il Muro e la Colma e del Ghisallo, salite sulle quali sono state scritte pagine epiche della storia del ciclismo, prima di tornare a Cantù. I 111,2 km del tracciato (113,5 km senza il Muro di Sormano) hanno via via selezionato i concorrenti, dimostrando quanto anche a questi livelli il Lombardia sia impegnativo.

I risultati

Il primo uomo a tagliare il traguardo di Cantù è l’italiano stato Davide Busuito, Campione Europeo in carica di Granfondo. Il corridore del Team De Rosa Santini ha preceduto il compagno di fuga Daniele Terzi, dell’A.S.D. Stemax Team, l’unico a resistergli sul Muro di Sormano. Terzo Pietro Dutto della S.C. Vigor Cycling Team, staccato di oltre cinque minuti.

Tra le donne si è imposta la tedesca Astrid Schartmueller, della Aplilatte B.R.Pneu.Zanè, che ha preceduto Sonia Passuti della Somec MG K VIS LGL, staccata di 2’33”, e Gioia Chiodi, dell’A.S.D. Cicli Copparo, transitata sul traguardo con oltre sei minuti di ritardo.

I podi di categoria maschili

Di seguito riportiamo i podi per ogni categoria. Elite Sport: 1. Francesco De Candido, 2. Roberto Timothy Bonapace, 3. Andrea De Biasio. Master 1: 1. Marco Sivo, 2. Stefano Bonanomi, 3. Riccardo Zacchi. Master 2: 1. Andrea Tecchio, 2. Erik Rosaire, 3. Aldo Barone. Master 3: 1. Andrea Castelletti, 2. Niki Giussani, 3. Emidio Celani. Master 4: 1. Luca Ripamonti, 2. Wladimiro D’Ascenzo, 3. Pietro Capuccilli. Master 5: 1. Emanuele Motta, 2. Bernd Hornetz, 3. Federico Aicardi. Master 6: 1. Stefano Zanga, 2. Marco Macaluso, 3. Menno Bartlema. Master 7+: 1. Erwin Hickl, 2. Ivano Soletti, 3. Maurizio Cozza.

I podi di categoria femminili

Elite Women Sport: 1. Emilie Bottini, 2. Tina Beger-Schauer, 3. Marta Swiatlon. Women 1: 1. Anna Andriani, 2. Laura Pratta, 3. Annika Herbel. Women 2: 1.1. Anita Manzato, 2. Marisa Coato, 3. Broooke Mead.