Ocean Cat, il catamarano sportivo di 20 piedi con cui i due velisti romani Tullio Picciolini e Giammarco Sardi tenteranno di battere il record di traversata atlantica senza assistenza, è partito dal Porto Turistico di Roma con direzione Dakar. Da lì infatti partirà alla volta di una nuova sfida. L’obiettivo è quello di impiegare meno di 11 giorni per navigare le 2551 miglia che separano la località del Senegal da Guadalupe.

Nelle prime settimane di gennaio si darà via all’impresa, appena le condizioni meteo risulteranno favorevoli. Il progetto, sebbene abbia finalità sportive come quello di battere uno speed record certificato dal World Sailing Speed record Council, si pone come proposito quello di definire le procedure di sicurezza che possano rappresentare un valido aiuto e supporto a quanti vanno per mare. L’esperienza aeronautica di Tullio abbinata alle miglia trascorse in Oceano saranno fondamentali per il raggiungimento degli scopi.

A Roma sarà allestita una sala operativa che seguirà, tramite la strumentazione installata a bordo di OceanCat, la rotta dei due navigatori. Le informazioni dei GPS Garmin Inreach presenti a bordo e del sistema di tracciabilità SGS Tracking saranno messe a disposizione della Sala Operativa del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto che potrà monitorare in tempo reale l’imbarcazione e di intervenire in caso di difficoltà. A bordo di Ocean Cat è installata anche una Black Box, la scatola nera fornita dalla Federazione internazionale della Vela per la certificazione del record.

Il duo del catamarano Ocean Cat

Tullio Picciolini, cresciuto nel quartiere residenziale di Casalpalocco,ha alle spalle oltre 50mila miglia di navigazione, di cui circa 30mila in oceano e per diversi anni ha partecipato all’attività internazionale sulla classe Formula 18. Ha effettuato 6 traversate oceaniche di Atlantico e Pacifico in doppio e in equipaggio. Nel 2011 ha effettuato il tentativo di record di traversata da Dakar a Guadalupe sul catamarano di 20 piedi non abitabile “Biondina Nera” insieme a Matteo Miceli.

Giammarco Sardi, anche lui romano e vive nel quartiere Appio Latino, ha alle spalle più di 20mila miglia percorse tra Mediterraneo,Atlantico e Pacifico e una decennale esperienza sui multi scafi sportivi in doppio. Dopo il tentativo di record, proseguirà la sua campagna di preparazione alla regata Mini Transat del 2021, una delle più importanti regate oceaniche in solitario su una barca di 6,5 metri di lunghezza.

La storia del Record Dakar-Guadalupe

Dakar-Guadalupe è la rotta omologata dallo Speed Record Council di World Sailing, la federazione internazionale di vela per il record di traversata atlantica. L’attuale tempistica è stata stabilita dagli italiani Vittorio e Nico Malingri ed è pari a 11 giorni 1 ora 9 minuti e 30 secondi. Nel 2011 la coppia Miceli – Picciolini tentarono di affrontare l’impresa a bordo di “Biondina Nera” naufragando per il rovesciamento del catamarano e per la rottura dell’albero.

Come seguire l’impresa dell’Ocean Cat

Il catamarano è dotato di un sistema di localizzazione satellitare Smart Track che, attraverso il software Live Track di SGS Tracking, consentirà di visualizzare sul web in tempo reale la posizione dell’imbarcazione lungo la traversata. I dati saranno pubblicati sul sito internet www.oceancat.it e sulle pagine social dedicate al tentativo. Periodicamente sarà possibile ricevere direttamente da bordo filmati ed interviste ai due navigatori.

Instagram        https://www.instagram.com/teamoceancat/
Facebook        https://www.facebook.com/teamoceancat/
Twitter              https://twitter.com/teamoceancat
Youtube           Ocean Cat
Sito internet     www.oceancat.it