padel

Gli errori da non commettere giocando a Padel

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Il padel è uno sport relativamente nuovo, non è da tanto infatti che l’italia si è attrezzata adeguatamente alla pratica di questo sport. 

In tanti neofiti si stanno cimentando in questo sport e non è raro che utilizzino le partite degli altri giocatori amatoriali per imparare nuovi colpi: non sempre però tutto ciò che si vede tra le pareti di plexiglass è corretto, andiamo quindi insieme a vedere quali errori è meglio non commettere.

Impugnatura

Un errore comune è legato all’impugnatura della racchetta: il pollice non deve essere perpendicolare rispetto alle dita ma deve al contrario chiudere la presa toccando il dito indice.

Nemmeno l’indice deve essere orientato verso il piatto o, ancora peggio, inserito nel ponte della racchetta ma, appunto, stringersi intorno al manico.

Per ulteriori informazioni circa la corretta posizione della mano nell’impugnatura della racchetta trovate qui il link dell’articolo su tutte le differenti impugnature del padel.

Importante oltretutto ricordare che il laccio nella parte terminale del manico deve essere sempre infilato al nostro polso, per evitare che la racchetta possa sfuggirci di mano e colpire i nostri avversari o il nostro compagno.

Il rimbalzo sulla parete di fondo

Altro errore comune è senza dubbio quello effettuato dopo il rimbalzo sulla parete di fondo: è frequente notare come i principianti, non appena si vedono scavalcati dal colpo, si precipitino sul fondo del campo per raccogliere il rimbalzo sulla parete di fondo.

Ebbene il primo errore da non commettere è quello di correre e trovarsi poi fronte al vetro al momento del colpo, poichè la palla andrebbe colpita alla cieca e a campanile.

La corretta esecuzione è quella di girarsi prima di colpire la palla, per individuare la zona del campo verso la quale indirizzare il colpo, e di colpire poi fronte al campo avversario.

La potenza

Nel padel la ricerca continua della potenza è un altro errore da evitare: specialmente quando si è a rete bisogna essere precisi nelle volè, piuttosto che potenti, proprio per evitare di dare all’avversario la possibilità di rispondere al colpo, sfruttando il rimbalzo sulle pareti.

La potenza a rete andrebbe ricercata in alcune circostanze specifiche, una delle quali è quando siamo certi di riuscire a far fuoriuscire la pallina dal campo dopo il rimbalzo.

Colpi, profondi, mirati e non troppo potenti avranno una risposta minore sulla parete e verranno parzialmente assorbiti da quest’ultima.

E voi, commettevate qualcuno di questi errori? Da oggi non avete più scuse e sarete sicuramente in grado di portare a casa qualche punto in più.

Visitate TheSportSpirit.

Tommaso Serena

Vuoi sapere tutto sul Padel?

Notizie, curiosità, consigli e guide per tutti gli appassionati di Padel.