Padel

Padel: le cinque regole che forse non conosci

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Settimana scorsa vi abbiamo parlato delle regole basilari del padel (trovate qui l’articolo), sport ormai sempre più in voga in
Italia e non solo. Oggi però ci soffermiamo sulle regole più curiose del World Padel Tour, ovvero il campionato di Padel
professionale più importante al mondo. Tale campionato vanta sempre più partecipanti ed un ranking con caratteristiche molto simili a quelle dell’ATP Tour.

Le regole particolari

Se, mentre la palla è in gioco, un giocatore rompe il cordoncino della pala, automaticamente il punto viene assegnato all’altra squadra.

Se un giocatore esce o sta per uscire dal campo con l’intenzione di colpire la palla ha l’obbligo di rientrare in campo il più in fretta possibile.

Se il ribattitore o il suo compagno colpiscono la palla o la toccano con la racchetta prima del rimbalzo, il punto è assegnato al battitore.

Il punto viene perso se un giocatore colpisce la palla e questa tocca la rete metallica od il terreno nella sua metà campo o qualsiasi oggetto estraneo al campo sito nel proprio terreno di gioco.

La risposta è buona se, in conseguenza della direzione e della forza del colpo, la palla rimbalza nel campo avversario e poi esce dai limiti del campo o colpisce il soffitto o le luci dell’illuminazione o qualsiasi oggetto o arredo del campo.

Un colpo si considera nullo (e si ripete) se: la palla si rompe durante il gioco, un elemento estraneo all’incontro in corso invade il campo o, in generale, il gioco è interrotto da qualsiasi situazione imprevista al di fuori del controllo dei giocatori.

È inoltre valido colpire la pallina se la palla, dopo il rimbalzo nel campo corretto, ritorna nel campo di chi l’ha colpita ed è colpita nel campo avversario, sempreché il giocatore o qualunque parte del suo abbigliamento o la racchetta non abbiano toccato la rete, i pali di sostegno o il campo avversario è la palla è conforme a quanto indicato nella sezione dedicata.

E ora.. Si gioca!

Queste regole sono da considerarsi particolari poichè è raro che la loro applicazione risulti necessaria. Sicuramente però ora siete pronti ad affrontare anche le situazioni di gioco più imprevedibili, a meno che vi sia già capitato ciò. Ma soprattutto, queste regole le conoscevate già?

Fatecelo sapere attraverso i commenti sui nostri canali social e venite a trovarci su TheSportSpirit.

Tommaso Serena