Gara 2 per le otto finaliste di questo campionato di Superlega, lo spettacolo non è mancato, i colpi di scena tanto meno. Infatti, le due super favorite Trento e Perugia, che all’andata avevano ottenuto risultati schiaccianti rispettivamente contro Padova e Monza, questa volta cadono sotto i colpi e la tenacia delle squadre avversarie. Tutto liscio invece per Modena e Lube, che vincendo questa gara 2 hanno guadagnato l’accesso alle semifinali.

A Verona la Lube vola in semifinale

A Verona il match ha un avvio schiacciante. La Lube infatti costruisce un vantaggio importante, portandosi sul 3-11. I padroni di casa reagiscono, il mani-out di Manavi vale infatti il 13-16. Il set si arresta tuttavia a favore degli ospiti (20-25). Nel secondo parziale è Verona a fare da vera padrona di casa. Mantiene infatti il vantaggio per tutto il set, fin quando Juantorena in battuta guadagna il pareggio (18-18). Sul finale le due squadre se ne suonano di santa ragione, ma alla fine è la Lube ad avere la meglio (23-25). L’inizio del terzo set è un testa a testa senza fine. Poi ci pensa Sokolov a guadagnare per i suoi un cospicuo vantaggio (14-17). Verona riacciuffa la Lube Civitanova. Sale in cattedra Kaziyski che ribalta letteralmente le sorti del set (25-21). Ci crede la squadra di casa, ma i marchigiani si risvegliano e non c’è storia. Il match si arresta sul punteggio di 17-25, con la Lube che vola in semifinale.

A Padova sarà gara 3 a decidere

Sorprendente match quello che si è giocato a Padova. I padroni di casa infatti, dopo la sconfitta per 3 a 0 sul campo dei trentini, ribaltano completamente il risultato travolgendo gli avversari. Il match ha un iniziale equilibrio che viene poi rotto dal vantaggio della squadra di casa (11-8). Trento non si lascia scoraggiare, e le due squadre arrivano a giocarsi tutto sul finale di set. A chiudere ci pensa Barnes per i padroni di casa (25-22). Al rientro in campo sono ancora i padroni di casa ad avere la meglio fin quanto Russel non trova il pareggio (17-17).

Il set si infiamma e si arriva ai vantaggi. È ancora una volta Padova ad avere la meglio, con l’ace di Torres che vale il 26-24. Il terzo parziale ha inizio con un doppio rosso a Giannelli e Volpato. I patavini approfittano di questo momento per portarsi ad amministrare il set. Trento recupera, ma i padroni di casa con tenacia si portano alla vittoria del match, allungando così il conto fino a gara 3.

Il trionfo dei brianzoli

Lunghissimo ed infinito match a Monza. I brianzoli infatti hanno dato battaglia agli umbri per quasi due ore e mezza di match andando quindi a rimandare l’accesso alla semifinale alla decisiva gara 3. Il primo set è tutto a favore della squadra di casa, che lascia addirittura gli avversari a 17 punti (25-17). Si riprende con un po’ di orgoglio Perugia andando a condurre un buonissimo secondo set, nella quale mantiene un discreto vantaggio. Sul finale di set Monza trova non solo il pareggio, ma anche i vantaggi. A chiudere è Perugia, complice un’invasione avversaria (25-27). Il terzo set è un tira e molla, con i Block Devils a rincorrere.

Allunga la squadra di casa con Plotnytskyi che regala ai suoi non solo quattro punti set, ma anche la vittoria (25-20). Nel quarto parziale si risvegliano gli avversari, che vanno a condurre magistralmente il set. Plotnytskyi pareggia nuovamente, ma sul finale, complici alcuni errori della squadra di casa, Perugia riesce ad allungare fino al tie break. Monza vuole la vittoria e fa di tutto per conquistarla (8-5). Leon tiene a galla i suoi (11-10), ma non c’è storia. I brianzoli guadagnano la vittoria del set e del match. Una settimana sfortunata questa per Perugia. Infatti, dopo la brutta sconfitta al tie break contro il Kazan, i ragazzi di Bernardi cadono ancora una volta.

Modena conquista l’accesso diretto per la semifinale

A Milano sabato sera si è concluso il campionato della squadra padrone di casa. Modena infatti, dopo un primo set lasciatosi sfilar via dai lombardi, si impone poi su tutto il match, andando a conquistarsi l’accesso diretto alla semifinale.

TABELLINI

CALZEDONIA VERONA 1 – 3 CUCINE LUBE CIVITANOVA (20-25, 23-25, 25-21, 17-25)

KIOENE PADONA 3 – 0 ITAS TRENTINO (25-22, 26-24, 25-22)

VERO VOLLEY MONZA 3 – 2 SIR SAFETY CONAD PERUGIA (25-17, 25-27, 25-20, 22-25, 15-12)

REVIVRE AXOPOWER MILANO 1 – 3 AZIMUT LEO SHOES MODENA (25-17 20-25 21-25 20-25)