Ai Campionati Italiani di Pole Sport medaglia per Dipilato, Pavolucci e De Donato, De Paoli invece quarta a 0,767 millesimi dal podio 

La “squadra” delle pole dancer riminesi torna dai Campionati italiani di Pole Sport, tenutisi a Cervia sabato 3 e domenica 4 ottobre, con un bel carico di medaglie. Sono salite sul podio Claudia Dipilato (oro fra le Master 40); Serena Pavolucci (oro fra le Senior Amatori) e Mirella De Donato (argento fra le Master 50). Giada De Paoli ha fallito il bronzo nella categoria Senior Amatori per soli 0,767 millesimi. 

Soddisfatta Claudia Dipilato che mette in bacheca il terzo titolo italiano consecutivo“Ho ottenuto un punteggio complessivo alto: 125,733 – spiega – quasi un punto e mezzo in più rispetto ai mondiali dell’anno scorso in Finlandia, dove pure ho vinto, ma quattro in meno degli Italiani 2019. Credo i tre mesi di lock-down si siano fatti sentire nella mia performance soprattutto dal punto di vista dell’esecuzione. La valutazione sulla parte artistica, 47,500 punti, è stata ottima. Mi fa piacere che i giudici abbiano visto bene questo aspetto del mio esercizio perché completamente diverso dallo “Charlot – Charlie Chaplin” dell’anno scorso. Con questo volevo divertire; con il pezzo di quest’anno, ispirato al film “Sully” e a una tragedia aerea sfiorata, volevo emozionare. Credo di esserci riuscita”. Claudia Dipilato si allena e insegna nella sua sala Rimini Pole Studio presso la Palestra Rimini Gymteam di Viserba. 

Il duro lavoro ripaga sempre

Sorprendenti l’oro di Serena Pavolucci e il quarto posto di Giada De Paoli fra Senior Amatori. Le due atlete avevano partecipato agli Italiani 2018 venendo eliminate in semifinale. Dopo due anni di duro lavoro, non solo sono entrate nella finale a dieci ma hanno colto degli ottimi risultati. Serena Pavolucci ha vinto con 118,333 punti grazie a una routine ispirata all’evoluzione della specie umana la cui parte artistica è stata curata da lei stessa (la parte tecnica dalla Dipilato e le coreografie dalla coreografa anconetana Lara Carelli). “Sono contentissima. – Dice – Sapevo di aver fatto un buon lavoro ma non conoscevo il livello delle altre concorrenti. Ero già in testa dalla semifinale e in finale ho fatto dieci punti in più. Sono stata un po’ più pulita”. Giada De Paoli (107,532) ha interpretato una canzone di Cesare Cremonini e le è davvero mancato un niente per salire sul podio. 

Argento per Mirella De Donato fra le Master 50 Competitive“Sono felicissima del mio argento e di come ho eseguito la routine – racconta – anche se mi aspettavo un punteggio più alto sulla parte artistica. Credo che i giudici non abbiano capito il mio “King-Kong”. Peccato, anche se un argento non è da buttare”

E non sono da buttare neanche le convocazioni in nazionale che questi risultati fanno maturare per le medagliate riminesi. Peccato che (notizia di domenica 4 ottobre), siano stati cancellati, a causa del Covid, i mondiali di Pole Sport e Pole Art in programma a novembre. Le convocazioni in azzurro potranno essere sfruttate per gli Europei e per i World Sport Games 2021. Nel frattempo, il 24 e 25 ottobre, Elisa Quieti e Marta Cervesi, dell’Acropole Gym Studio di Riccione (la scuola fondata da Mirella De Donato) esordiranno all’Italian Pole Dance Contest di Modena nella categoria “Intermedio”. Sempre che la pandemia non ci metta lo zampino.