Copertina Adam Ondra - Silence

Arrampicata: i record più impressionanti di sempre

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

La ricerca di nuove sfide è comune tra gli arrampicatori, ma i record davvero strabilianti appartengono a pochi.

Alla scoperta dei record dell’arrampicata e degli scalatori che li hanno conquistati!

Adam Ondra

Adam Ondra, di nazionalità ceca, non è un certo un arrampicatore che si tira indietro davanti alle difficoltà. La scala francese, di uso comune in Europa, distingue nove gradi di difficoltà relativi all’arrampicata, indicati dai numeri cardinali, e tre gradi intermedi indicati dalle lettere “a”, “b” e “c”. A oggi, al mondo esistono solamente tre vie 9b, e tutte e tre sono state aperte dall’arrampicatore di Brno. L’impresa compiuta da Ondra nel 2017 è tuttavia ancora più eccezionale. Il ceco ha infatti inaugurato la prima via 9c al mondo nella falesia di Flatanger, in Norvegia, dove nel 2012 aveva peraltro aperto la prima delle tre vie 9b.

File:Adam Ondra climbing Silence, 9c by PAVEL BLAZEK 1-cropped.jpg -  Wikimedia Commons

La parete scelta da Ondra è una volta strapiombante di roccia granitica situata all’interno di una grotta, e la via aperta, battezzata “Silence”, si estende per una lunghezza di 45 metri. Per compiere la scalata con successo Ondra ha dovuto allenarsi in modo specifico sulla scioltezza dei suoi movimenti di gambe e in particolare sulla tenuta degli incastri di ginocchia, per poter approfittare di tutti i riposi disponibili.

Chris Sharma

Chris Sharma può essere considerato il primo “bambino prodigio” della pratica sportiva. Il nativo della California iniziò ad arrampicarsi quando aveva 12 anni, nel 1993. Solamente tre anni dopo Sharma compì la prima scalata al mondo della via “Necessary Evil”, un percorso di grado 8c situato nel Virgin River Canyon, all’epoca considerata la via più difficile del Nord America. Continuando a cercare il brivido della sfida, nel 2001 l’americano ha scalato integralmente la “Biographie”nella falesia di Ceüse, nella Francia meridionale: la via completa era considerata allora come l’unica 9a del globo.

Chris Sharma - Wikipedia

Il suo ultimo record risale al 2015, quando Sharma liberò “El bon combat” nella falesia di Cova de Ocell presso Barcellona, una 9b ritenuta in quel momento come la via più ostica al mondo. Allo stesso modo di Adam Orma con la via “Silence”, per la scalata di “El bon combat” Sharma ha dovuto esercitare duramente gli incastri di ginocchia, per poter potersi fermare a riposare e visualizzare la scalata su una parete calcarea dalle prese notoriamente piccole.

Alexander Megos

Alexander Megos è famoso per la velocità con cui si è arrampicato su numerose vie di grado estremamente difficile, completando con pochi tentativi rapidamente ripetuti ascese che normalmente richiedono mesi di pianificazione e giorni di pratica per l’esecuzione finale. Nel 2013 Megos ha cominciato la sua carriera professionistica “col botto”, completando in Catalogna l’ascesa della via Estado Critico, una 9a, al primo tentativo, diventando il primo arrampicatore al mondo a scalare una via di grado 9 a vista.

File:Action Directe 11 (9a), Foto Jorgos Megos.JPG - Wikimedia Commons

L’anno successivo, a distanza di pochi mesi Megos ha completato in Germania la scalata della via “Action Directe” in una sola giornata, al terzo tentativo e in meno di due ore, e della via “Modified” al primo tentativo e in meno di tre ore. Le due scalate costituiscono dei record incredibili di velocità, ed essendo entrambe vie 9a si tratta di due delle pareti più ardue in Europa. Infine, nel 2016 il tedesco ha battuto un altro record, completando l’ascesa della sopra citata via “Biographie” ancora una volta in una sola giornata e al terzo tentativo.