Tutte le novità sul percorso, riconoscimenti istituzionali e tante prospettive per il futuro.

Più di ottanta atleti, dai 14 ai 65 anni, provenienti da 22 città diverse, quarantaquattro società coinvolte con i nuotatori di punta del panorama italiano, questi sono solo alcuni dei numeri della 55esima edizione della Traversata dello Stretto. Presentata qualche giorno fa, avrà luogo il prossimo 4 agosto nello specchio d’acqua che va da Torre Faro a Cannitello, per terminare nel nuovissimo molo di sottoflutto di Villa San Giovanni.

A sottolineare le novità di questa edizione è il presidente, Mimmo Pellegrino che rimarca come si torni alle origini. “Idealmente – spiega – si uniranno i due fari, quello di Capo Peloro e quello di Punta Pezzo. Ciò significa che la tribuna naturale si allungherà, fino a giungere all’entrata del molo di sottoflutto. Si partirà nei pressi dalla Chiesa di Torre Faro. La prima boa da lasciare a destra a Capo Peloro. S’inizia la traversata vera e propria, si giunge alla Chiesa di Cannitello, a pochi metri dalla battigia ci sarà la seconda boa, sempre da lasciare a destra, si arriverà a Punta Pezzo e poi al molo di sottoflutto, dove un imbuto di corsie fatto di galleggianti inviterà gli atleti all’arrivo definitivo. Dovremmo avere condizioni di correnti favorevoli agli atleti, con un tempo cronometrico buono, anche se le previsioni sono sempre approssimative”.

Immagine correlata

Grandi nomi tra i partecipanti

Sul fronte degli atleti, quest’anno si registra la presenza di numerosi nuotatori di altissimo livello: da Simone Ercoli, vincitore della scorsa edizione, per giungere a Samuel Pizzetti che intende prendersi la rivincita dell’anno trascorso. E poi anche Federico Vanelli delle Fiamme Oro, il quale figura tra i favoriti. Nella categoria femminile spicca la presenza della plurititolata olimpica, Martina Grimaldi, oltre che di Fabiana Lamerti, già più volte vincitrice della manifestazione. Da non sottovalutare poi Valeria Cutrupi, vincitrice anch’ella delle passate edizioni. 

E quando si parla di nuovi traguardi non si può non citare l’alto patrocinio ottenuto dal Parlamento europeo, grazie all’interessamento del senatore villese, Marco Siclari.

Risultati immagini per 55 traversata dello stretto 2019

“Una tradizione nata con l’ingegnere Calì e che continua oggi con Mimmo Pellegrino – rimarca il senatore – che noi oggi abbiamo il dovere di far crescere sempre di più. Occorre che si programmi per gli anni futuri non una singola giornata, ma delle settimane che ci portino fino al giorno della Traversata. Personalmente, ho portato all’attenzione del presidente Tajani l’opportunità di concedere l’alto patrocinio del Parlamento europeo, per una manifestazione ospitata da una città con meno di 15mila abitanti. Ciò permetterà di poter presentare meglio l’evento anche a grandi aziende interessate ad investire. Stiamo lavorando proprio su questo fronte, per recuperare fondi che possano permettere di finanziare progetti importanti e vivere eventi di lungo periodo”

Raggiante anche il primo cittadino di Villa San Giovanni. “È un punto d’inizio per dare nuovo slancio alla Traversata – spiega Giovanni Siclari così da farla divenire un evento di rilevanza internazionale. Le adesioni sono arrivate tutte in appena tre minuti. Segno di un interesse particolare da parte degli atleti. È un evento storico, ma di particolare rilevanza turistica. Dopo aver ottenuto il patrocinio del Parlamento europeo, abbiamo ottenuto anche quello della città metropolitana che ha riconosciuto la Traversata fra i quattro eventi storicizzati più importanti del territorio. Anche alla Regione si sta lavorando per istituzionalizzare questa manifestazione”.

Un main sponsor d’eccezione

Quest’anno la Traversata avrà un main sponsor d’eccezione: la distilleria Caffo, conosciuta ormai in tutto il mondo. Eccellenza calabrese che ha deciso di legare il suo nome a quello della Traversata dello Stretto. Un ulteriore segno di quanto, la manifestazione nata a Villa San Giovanni stia ottenendo un respiro sempre più ampio. Appuntamento fissato per il prossimo 4 agosto, tutti pronti a vivere qualcosa più di una gara: un’emozione fatta di storia, fascino, turismo, sport ed ambiente.