Cilindrata di 13.000 cm³, 8 ruote motrici, 1.000 cavalli di potenza e velocità massima di 160 km/h sono solo alcuni degli ingredienti delle “Truck racing” ovvero le corse dei camion.

Le gare vedono protagoniste le motrici dei marchi più prestigiosi su di una distanza, a seconda del tracciato, di 10-12 giri dove non possono mancare i contatti, le cosiddette “sportellate”. La partenza è molto particolare in quanto i mezzi sono pesanti e quindi lenti ma poi iniziano a sprigionare sull’asfalto tutta la potenza di cui sono dotati dando vita ad uno spettacolo tanto inconsueto quanto affascinante.

La storia di questo genere di competizioni

Particolarissima disciplina del motorsport nata alcuni decenni fa, popolare soprattutto nell’Europa continentale, essa rappresenta forse il massimo in termini di spirito di come dovrebbe essere l’automobilismo: massima partecipazione e condivisione di emozioni tra il pubblico ed i protagonisti. Infatti si usa dire come una corsa di camion sia “una parte dello show”, a completare lo spettacolo ci sono una serie di attività quali test drive, esibizioni, esposizioni di attrezzature/capi di abbigliamento oltre ad intrattenimenti come concerti, barbecue ecc…

Un’atmosfera quindi molto “easy” che fa da contraltare a quella artificiale che respira in altre categorie.