In programma nella città toscana dal 17 al 20 ottobre 2019, raggiunge l’importante traguardo delle quindici edizioni. Aperte ufficialmente le iscrizioni a quello che in tre lustri è diventato il più partecipato raduno-regata che conclude ufficialmente la stagione.

Il raduno delle Vele Storiche Viareggio raggiunge l’importante traguardo delle quindici edizioni. Dal 17 al 20 ottobre 2019 la perla della Versilia tornerà ad ospitare il più importante e frequentato raduno-regata di fine stagione riservato alle imbarcazioni a vela d’epoca, classiche, storiche e tradizionali. Un motivo di vanto per l’omonima associazione, fondata nel 2005 e per il Club Nautico Versilia che per la realizzazione dell’evento, come per le passate edizioni, metterà a disposizione la prestigiosa sede sociale, gli ormeggi e le strutture di accoglienza. La manifestazione, dopo le tappe di Livorno (Settimana Velica Internazionale), Viareggio (Trofeo Ammiraglio G. Francese), Le Grazie (Le Vele d’Epoca nel Golfo) e La Spezia (Trofeo Mariperman del prossimo 28 e 29 settembre), rappresenta anche il quinto e ultimo appuntamento del Trofeo Artiglio 2019.

Come fare ad iscriversi?

Per prendere parte al raduno al seguente link: https://velestoricheviareggio.org/iscrizione-imbarcazioni/. Non è necessario essere iscritti alle Vele Storiche Viareggio e tutti gli yacht potranno concorrere all’assegnazione del Challenge Ammiraglio Florindo Cerri e del Trofeo Vele Storiche Viareggio. Gli scafi costruiti dal noto cantiere ligure Sangermani si contenderanno anche il prestigioso Trofeo Challenge Sangermani. L’AIVE, Associazione Italiana Vele d’Epoca, patrocinatrice della manifestazione insieme alla FIV (Federazione Italiana Vela), sarà responsabile della stazzatura delle imbarcazioni e delle classifiche per coloro che avranno scelto di regatare col certificato di stazza CIM. Tre le regate previste, che si svolgeranno da venerdì a domenica. Il pomeriggio dell’ultimo giorno, presso le sale del Club Nautico Versilia, si terrà la cerimonia di premiazione.

Il grande ritorno della Coppa Tirrenia II

Ogni anno, in occasione del raduno Vele Storiche Viareggio, un’imbarcazione viene scelta per rappresentare l’evento. Quest’anno la protagonista sarà Tirrenia II, ketch aurico lungo 18,54 metri costruito in legno di teak e varato nel 1914 dal cantiere inglese H.R. Stevens di Southampton su progetto dello yacht designer britannico Frederick Shepherd. La barca, assente dalle regate dal 2009, è tornata ufficialmente a navigare lo scorso 8 giugno a Viareggio presso il cantiere navale Del Carlo di Viareggio dopo tre anni di lavori. A partire dal 1925 a Tirrenia II era stata associata una Coppa istituita dall’ex armatore Cav. Guido Fiorentino, presidente della sede napoletana del Regio Yacht Club Italiano, destinata annualmente all’imbarcazione che avesse compiuto la più lunga crociera in Mediterraneo.

La Coppa è stata assegnata fino al 1939, per poi interrompersi a causa della guerra. Ottant’anni dopo tornerà per incoraggiare le più belle barche d’epoca del Mediterraneo a compiere e documentare interessanti navigazioni d’altura, valorizzando l’aspetto prettamente crocieristico indipendentemente dalle miglia percorse. Ai fini dell’assegnazione, un’apposita commissione esaminerà la documentazione prodotta da ogni barca riguardo rotte, soste e distanze coperte in mare nel periodo antecedente il raduno Vele Storiche Viareggio. 

Una mostra con i modelli di barche d’epoca

Tra le numerose iniziative collaterali del XV Raduno Vele Storiche Viareggio ci sarà la possibilità di visitare gli scafi all’ormeggio (Benvenuti a bordo), ammirare le opere pittoriche della pittrice acquerellista Emanuela Tenti, le foto di regate di vele d’epoca di Marco Trainotti e una mostra di modelli in scala di barche d’epoca.

A questo proposito ogni armatore che ne possiede uno della propria barca è invitato, se lo vorrà, a metterlo a disposizione per rendere l’esposizione unica nel suo genere. Presso il cantiere Del Carlo sarà possibile visitare i restauri in corso di barche d’epoca e come ogni anno qui si svolgerà la grande cena di sabato sera per armatori ed equipaggi. Chi lo vorrà, attraverso il sito dell’associazione, potrà candidarsi come membro di equipaggio per partecipare alle regate oppure chiedere di imbarcarsi sui velieri Pandora e Nellie per seguire da vicino le competizioni in mare.