Proprio quando tutto sembrava che stesse per finire, e che lo scudetto fosse già nelle mani della Sir Safety, ecco che Civitanova batte un colpo e giocando un gran match rinvia le sorti del campionato a gara 5. Trascinata dall’entusiasmo di un Eurosuole Forum da ‘tutto esaurito’, la Lube alza la testa ed infligge agli avversari un nettissimo 3-0.

Civitanova – Per la Lube torna in campo Simon al centro, e la sua presenza si fa subito sentire: dopo un primo avvio in favore degli avversari della Sir Safety (5-8), proprio Simon infila tre ace consecutivi che valgono il sorpasso (12-11). Ricci e Atanasijevic ritrovano parità e controsorpasso (13-14). Poi i contrattacchi di Cester, Juantorena e Sokolov ribaltano nuovamente il set (17-14).  L’errore al servizio di Ricci ed il conseguente ace di Leal mettono fine al set in favore della squadra di casa (25-20).

Gli errori in attacco di Atanasijevic e Simon portano le due squadre in parità (7-7). Poi il muro di casa ai danni di Leon porta Civitanova alla conquista del primo break (10-8). I marchigiani tentano la fuga, aiutati da una Perugia non troppo in forma (16-12). Sul finale di set l’ace di Leal trascina la Lube verso la vittoria del set (22-18). A chiudere il set ci pensa Simon (25-21).

In avvio del terzo parziale le due squadre se la giocano punto a punto, con Perugia che cerca di rientrare in partita (7-7). Civitanova alza poi di nuovo la voce e con i punti di Simon e Sokolov va sul + 3 (11-8). La squadra di casa continua a tartassare gli avversari, tant’è che sull’invasione di Atanasijevic e il muro e attacco di Sokolov, portano Civitanova sul 21-14. A quel punto il match è tutto in discesa. A firmare il termine è ancora Sokolov (25-19)

Con questa vittoria schiacciante Civitanova non consegna lo scudetto nelle mani di Perugia, ma rinvia tutto, come lo scorso anno, a Gara 5, che si giocherà Martedì al Pala Barton.