È stato presentato il 15 febbraio 2020 al CosmoBike Show di Verona il Giro-E 2020, unico evento a tappe al mondo riservato alle bici a pedalata assistita. Una e-bike experience che si svolge sulle strade del Giro d’Italia nei giorni del Giro d’Italia e offre ai partecipanti le emozioni della Corsa Rosa: il foglio firma alla partenza, il pubblico ai lati delle strade, la conquista di una delle sette maglie in palio, la premiazione sul podio dei campioni, una hospitality riservata all’arrivo. Oltre alla straordinaria opportunità di pedalare accanto a leggende del ciclismo come Gianni Bugno o Fabiana Luperini, a campioni di altri sport o manager appassionati di ciclismo.

Foto LaPresse/Jennifer Lorenzini 17/05/2019 Sport Ciclismo Giro d’Italia 2019 – 6a tappa – Vasto – L’Aquila – Giro E Nella foto: Giro E Stage 6 Photo LaPresse/Jennifer Lorenzini May 17, 2019 Sport: cycling Giro d’Italia 2019 – 6a tappa Vasto – L’Aquila- Giro E In the pic: Giro E Stage 6

Come sarà organizzato?

Il format, creato da RCS Sport, già organizzatore del Giro d’Italia, giunge quest’anno alla seconda edizione, dopo la numero zero del 2018. Un’idea che ha fatto da traino a un movimento, quelle delle e-road, che allora non esisteva: dall’unico marchio di bici per un gruppo limitato a venti ciclisti del primo anno, si è passati ai sei marchi e gli oltre 500 ciclisti coinvolti del 2019.

“Una crescita vertiginosa che ci riempie d’orgoglio e va di pari passo con l’esplosione del mercato delle e-bike”, commenta Paolo Bellino, amministratore delegato e Direttore Generale di RCS Sport. Che continua: “Il segreto? È un’esperienza unica perché si può vivere il Giro dall’interno, oltre a poter scoprire la bellezza del nostro Paese”. Merito delle bici a pedalata assistita, che consentono a tutti di superare salite mozzafiato e rendono il Giro-E un banco di prova eccezionale per i costruttori di motori, batterie e telai.

Foto LaPresse/Jennifer Lorenzini 12/05/2019 Sport Ciclismo Giro d’Italia 2018 – 1a tappa Usella – Fucecchio – Giro E Nella foto: Giro E Stage 1 Photo LaPresse/Jennifer Lorenzini May 12, 2019 Sport: cycling Giro d’Italia 2018 – 1a tappa Usella – Fucecchio – Giro E In the pic: Giro E Stage 1

Le novità del 2020

L’edizione 2020 vanta molte novità. Crescerà il numero dei team coinvolti (l’anno scorso erano dieci, composti ognuno da cinque ciclisti più il capitano, a formare un “gruppo” di 60 ciclisti), diminuirà la lunghezza delle tappe (compresa tra i 65 e i 110 chilometri), si disputeranno anche le cronometro (che sono due su un totale di 18 tappe), ci saranno una maggiore attenzione all’efficienza energetica dei team (premiata con una maglia ad hoc) e città di partenza dedicate. Dall’Etna al Sestriere, sarà una vera e propria immersione nel mondo Giro, grazie alla possibilità di transitare sul percorso e al traguardo poco prima dei professionisti.

A questa edizione sarà presente anche il Team Durango formato da ex piloti di auto e moto. Tra i partecipanti l’ex pilota di Formula Uno Jarno Trulli che ha dichiarato: “ho sempre avuto una passione per la bici e mi sono sempre divertito. Voglio ringraziare Ivone Pinton e Rödl & Partner per questa bella iniziativa che porterà il nostro team sulle strade del Giro-E. Vorrei fare la tappa di casa, quella abruzzese, visto che sono di Pescara. In generale mi piace molto anche l’aspetto green del Giro-E, un evento votato al futuro”.

Quando inizierà?

Partenza il 12 maggio a Caltanissetta, in concomitanza con la quarta tappa del Giro d’Italia, e conclusione a Milano in piazza Duomo il 31 maggio. In mezzo tanta strada, bici, emozioni e, appunto, salite. Come quelle, iconiche, che conducono al Colle dell’Agnello o ai 2758 metri del Passo dello Stelvio, Cima Coppi 2020, ovvero la vetta più alta della Corsa Rosa. Che i partecipanti del Giro-E, nonostante l’ausilio del motore, dovranno comunque guadagnarsi, perché non è mai la bici che ti porta in cima alla salita, ma le gambe e i sogni di chi pedala.