181194341_294253822175602_3648275199625734585_n

Terminato il raduno della Nazionale Para-Archery

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Si è concluso, da pochi giorni, il raduno della Nazionale Para-Archery presso il campo della società Maremmana Arcieri.

Gli azzurri sono stati a Grosseto per svolgere dei lavori specifici, ed hanno anche disputato una gara di valutazione a Montalcino.
Sono state delle giornate molto impegnative per la Nazionale Para-Archery nella sua road to Tokyo.

Il secondo raduno outdoor della stagione, dopo quello svolto poche settimane fa a Padova, ha visto impegnati gli azzurri anche in due gare di valutazione, 72 frecce e match Olympic Round, svoltisi a Montalcino l’1 e 2 maggio.

Terminato il raduno della Nazionale Para-Archery

Il 3 e 4 maggio, oltre al lavoro programmato sul campo con i tecnici di settore, sono stati organizzati dal CT Guglielmo Fuchsova anche due incontri con l’istruttore di apnea profonda Riccardo Pecchioli.

Per ampliare ulteriormente il programma sulla respirazione che il Prof. Gianni Bonas porta avanti con la Nazionale Paralimpica da 4 anni, con l’intento di dare agli azzurri tutti gli strumenti per saper gestire il battito cardiaco nei momenti di grande tensione agonistica.

La visita del sindaco di Grosseto Vivarelli Colonna

Il team, seguito da Stefano Mazzi, presidente della Compagnia Maremmana Arcieri, ha ricevuto la visita speciale del primo cittadino grossetano.

“Forza e determinazione – ha commentato il sindaco Vivarelli Colonna  – è quello che leggo negli occhi degli atleti para archery che ho avuto l’onore di incontrare insieme all’assessore Fabrizio Rossi nel bellissimo campo di tiro con l’arco “Lucio Parigi”.

Arco paralimpico: primo raduno azzurro, in missione verso Tokyo 2021 - La  Gazzetta dello Sport

La squadra è qui ospite della Compagnia Maremmana Arcieri per allenarsi in vista delle para olimpiadi di Tokyo. Il raduno che si è svolto in questi giorni serve per valutare lo stato degli atleti a circa tre mesi dalle para olimpiadi, è quindi una mappa fondamentale per lavorare sui punti di forza che serviranno durante le competizioni, uno su tutti la capacità di respirazione, di cruciale importanza in questa disciplina.

I miei complimenti vanno a tutti gli atleti, a tutto lo staff tecnico che li seguirà nell’avvincente avventura olimpica e a Stefano Mazzi, presidente della Compagnia Maremmana Arcieri, nonché egli stesso allenatore della nazionale italiana para archery”.

Prossimi impegni

Prossimo impegno la gara di qualificazione paralimpica a Nove Mesto (Repubblica Ceca), in calendario dal 5 all’11 luglio, dove gli azzurri saranno chiamati a conquistare il pass maschile e femminile nel W1 e un altro pass nell’olimpico maschile, da aggiungere alle 9 qualificazioni già ottenute ai Mondiali del 2019 (4 nel compound, 3 nell’arco olimpico). 

Tappa fondamentale, che precede questi impegni internazionali, sarà il Campionato Italiano Outdoor di Grottaglie (Ta), dal 29 al 30 maggio, dove gli azzurri si confronteranno per sondare il loro stato di forma. 

Staff e squadra

A guidare la settimana di preparazione è stato il responsabile tecnico Guglielmo Fuchsova, insieme ai coach Antonio Tosco, Stefano Mazzi e Fabio Fuchsova, al tecnico del settore giovanile Ezio Luvisetto, alla fisioterapista Chiara Barbi e allo psicologo Gianni Bonas.

I convocati azzurri per la tappa di Coppa del Mondo ad Antalya

Per l’Olimpico Open, Roberto Airoldi (Arcieri Cameri), Stefano Travisani (Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre), Giuseppe Verzini (Compagnia Arcieri Cormòns), Elisabetta Mijno (Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre), Veronica Floreno (Dyamond Archery Palermo) e Vincenza Petrilli (Aida sezione Tiro con l’Arco).

Nel Compound Open Matteo Bonacina (Arcieri delle Alpi), Giampaolo Cancelli (Arcieri D.l.f. Voghera), Paolo De Venuto (Frecce Azzurre), Sofia Forneris (Arcieri del Cangrande), Giulia Pesci (Arcieri Ardivestra), Eleonora Sarti (Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre) e Maria Andrea Virgilio (Dyamond Archery Palermo).

Infine, nel W1, Asia Pellizzari (Arcieri del Castello), Daniele Cassiani (Arcieri della Signoria) e Salvatore Demetrico (Dyamond Archery Palermo). 

Andrea Scheurer