In Friuli Venezia Giulia, all’inizio della primavera, si corre la Unesco Cities Marathon l’unica maratona al mondo che collega tre siti appartenenti al Patrimonio Mondiale dell’Unesco: Cividale del Friuli, l’antica capitale longobarda, Palmanova, la celebre città stellata, e Aquileia, centro di importanti vestigia romane. Domenica 31 marzo gli atleti potranno cimentarsi in questa avventura storica nel cuore di una delle regioni più affascinanti e ospitali d’Italia.

Le novità dell’edizione del 2019

Cividale del Friuli, città di partenza della maratona, dista 42 chilometri da Aquileia, punto d’arrivo degli atleti. Da qui nasce infatti l’idea di organizzare una corsa che unisca simbolicamente i due centri, passando anche per Palmanova, capolavoro dell’architettura militare veneziana. Per la prima volta questo lungo tragitto sarà accompagnato dalla Iulia Augusta Half Marathon, gara che si disputa sui 21km e costituirà un’opportunità in più per partecipare al grande evento.

Aquileia 25 Marzo 2018. Unesco Cities Marathon 2018. Arrivi e premiazioni. © Foto Petrussi

“L’esperimento che abbiamo condotto nel 2018 con l’introduzione di una gara sulla distanza dei 21 chilometri, ma non omologata come mezza maratona, ha avuto successo – spiega Giuliano Gemo, presidente del Comitato organizzatore dell’Unesco Cities Marathon – Da qui l’idea di organizzare una vera e propria mezza maratona, regolarmente omologata e che la Fidal ha già inserito nel calendario nazionale. I runners che il 31 marzo verranno a correre in Friuli Venezia Giulia potranno così scegliere tra maratona e mezza maratona, oltre che fra tanti altri eventi. L’offerta organizzativa legata all’Unesco Cities Marathon, già molto ampia si allargherà ulteriormente.”

Lo slogan di quest’anno “Dritti al traguardo” fissa già un obiettivo importante che denota come questa settima edizione si prospetti essere un grande festival della corsa in tutte le sue declinazioni. L’universalità di un gesto apparentemente così semplice troverà la più completa espressione.

Vediamo insieme tutte le iniziative dell’Unesco Cities Marathon

Unesco in rosa

La corsa si tinge di rosa soprattutto per affermare come la prevenzione possa e debba diventare un vero e proprio stile di vita. Tra i grandi eventi collaterali dell’Unesco Cities Marathon c’è Unesco in rosa, la manifestazione podistica dedicata a tutte le donne e significa corsa, camminata a passo libero, nordic e fit walking. L’edizione 2019 scatterà da Piazza Indipendenza a Cervignano del Friuli per concludersi in Piazza Capitolo ad Aquileia: un percorso di 7km al fianco di LILT FGV.

Aquileia 25 Marzo 2018. Unesco Cities Marathon 2018. Arrivi e premiazioni. © Foto Petrussi

#We4Others e “Aiuta ad aiutare”

“Far bene al mondo fa bene a te” è lo slogan già in programma per l’edizione di quest’anno. Venerdì 29 marzo presso l’auditorium Zanon di Udine si darà il via al weekend della Unesco Cities Marathon con l’imperdibile evento #We4Others, un progetto pensato da Paola Ferrari insieme ai ragazzi Lisa, Alvise, Thomas, Emma, Mery, Davide, Anastasia, Giulio, Pierpaolo, Isabel e Antonio e che vedrà in scena quel cambiamento che tutti vorremmo vedere su scala mondiale.

Trysport Historical Cities FVG

Un po’ di bici e un po’ di corsa questo è il Trysport Historical Cities, uno dei più grandi eventi collaterali della Unesco Cities Marathon. Già da qualche tempo la multidisciplina trova ospitalità nel ricco cartellone della maratona di fine marzo, ma quest’anno cambia tutto. Si abbandona la frazione in acqua e si proporrà un duathlon anomalo.

Special Olympics

Unesco Cities Marathon non è solo una maratona, ma offre spazio anche all’inclusione. Per questo motivo ci sarà la Special Run, una manifestazione dedicata agli atleti della Special Olympics su 4km. Una festa nella festa destinata a riempire di sorrisi e allegria tutti i suoi partecipanti con un occhio di riguardo per la componente sociale.  

“Lo sport, nella nostra visione, è soprattutto inclusione – commenta Giuliano Clinori, responsabile della “Special Run” -. Grazie a eventi come questi è cambiato il mondo di pensare nei confronti della disabilità. Ce ne rendiamo conto ogni giorno. L’Unesco Cities Marathon è una grande occasione di aggregazione e crescita per i ragazzi, che, accompagnati dai loro genitori, diventano protagonisti di una giornata di festa”. 

La nascita dell’Unesco Cities Marathon

Un appassionato di bici di Cividale, dopo aver percorso la pianura nel cuore del Friuli Venezia Giulia, racconta agli amici al bar, di fronte ad un buon calice di vino friulano, che si è appena fatto 84 chilometri in bici. ll percorso? Da Cividale a Palmanova e da Palmanova ad Aquileia, e ritorno.

Giovanni Cozzi, l’appassionato di bici, scopre così che la distanza che separa Cividale da Aquileia è di 42 km. Al tavolo di quel bar c’è Giuliano Gemo, allora vicepresidente del Coni del Friuli Venezia Giulia, che esclama: “Ci starebbe una bella maratona! Una maratona che collega due città che fanno parte del Patrimonio universale dell’Unesco”.

L’idea è lanciata. Nasce così l’Unesco Cities Marathon. Il progetto viene annunciato a Gorizia, nel marzo del 2012, all’allora Presidente della Federazione italiana di atletica leggera, Franco Arese, nel corso della cerimonia “L’Atletica regionale premia i suoi campioni”. Presenti le massime autorità sportive e politiche della regione. Si tratta di un’iniziativa di enorme portata per il Friuli Venezia Giulia, sia dal punto di vista sportivo che promozionale, turistico e culturale.

L’incarico di organizzare l’Unesco Cities Marathon viene affidato al Comitato regionale della Fidal. La prima edizione della maratona si tiene lunedì 1° aprile 2013, giorno di Pasquetta, ed è abbinata al campionato italiano assoluto e master della specialità. Si corre da Aquileia a Cividale, su un percorso in leggera salita. Ruggero Pertile ed Elisa Stefani vestono la maglia tricolore e hanno l’onore di inaugurare l’albo d’oro di un evento che entra nella storia. La prima maratona al mondo a collegare due città – Cividale e Aquileia – che sono Patrimonio universale dell’Unesco. E che diventeranno tre, a partire dall’edizione 2018, la prima da quando, tra i tesori dell’umanità, è stata inserita anche Palmanova. 

Come fare per iscriversi?

Partecipare è veramente facile. Andate sul sito dell’Unesco Cities Marathon e completate la procedura online: http://www.unescocitiesmarathon.it/