A causa del perdurare dell’emergenza sanitaria, il sedicesimo raduno Vele Storiche Viareggio in programma dal 15 al 18 ottobre è stato ufficialmente rimandata la 2021

Troppe le incertezze legate alla pandemia da Covid-19, che hanno spinto gli organizzatori di quello che in 15 anni è diventato il più partecipato evento di fine stagione in tutto il Mediterraneo dedicato alle vele d’epoca, a rinviare al 2021 la sedicesima edizione del Raduno Vele Storiche Viareggio. 

Gianni Fernandes, Presidente dell’Associazione Vele Storiche Viareggio, da sempre organizzatrice della manifestazione con il Club Nautico Versilia, ha dichiarato:

“Abbiamo preferito adottare una linea di prudenza e di cautela. Le incognite legate alla diffusione del virus avrebbero potuto generare difficoltà nella gestione di un evento al quale partecipano oltre 50 imbarcazioni con circa 400 membri di equipaggio e tanti visitatori. Siamo rattristati, ma l’appuntamento è solo rimandato al prossimo anno, momento in cui siamo certi che gli armatori delle Vele Storiche e i nostri partner, con in testa il Cantiere Francesco Del Carlo di Viareggio, non ci faranno mancare il loro supporto”.

L’8 ottobre l’associazione compie 3 lustri

Per la prima volta dalla fondazione, avvenuta a Viareggio l’8 ottobre 2005, l’Associazione Vele Storiche Viareggio festeggerà un compleanno senza raduno. Ma a tre lustri dalla nascita il sodalizio può essere orgoglioso del lavoro svolto finora.

Il Raduno Vele Storiche è infatti diventato un appuntamento di grande rilevanza nel calendario degli eventi di vele d’epoca in tutto il Mediterraneo, che ha sicuramente contribuito a fare conoscere le bellezze della Toscana e della Versilia. La pausa forzata dovuta alla pandemia permetterà di focalizzarsi su nuove iniziative per rendere ancora più coinvolgente la prossima edizione alla quale sono attese, come avvenuto più volte in passato, anche le unità scuola a vela storiche della Marina Militare. Tra queste Stella PolareGrifoneArtica IICapriciaChaplinCaroly e soprattutto Corsaro II, lo yawl di 21 metri costruito dal cantiere genovese Costaguta su progetto di Sparkman & Stephens che proprio nel 2021 festeggerà 60 anni dal varo.

Un museo galleggiante

La cancellazione del XVI Raduno Vele Storiche Viareggio non impedirà di continuare a svolgere iniziative volte alla promozione della cultura della vela classica. L’Associazione Vele Storiche Viareggio, oltre a lavorare alla pianificazione della stagione 2021, nel corso dei prossimi mesi rinnoverà l’impegno di dialogare con le istituzioni, il Comune, la Regione e le strutture portuali per creare anche a Viareggio un vero e proprio museo galleggiante della marineria, composto da imbarcazioni storiche che avranno scelto questa città come porto di stazionamento.

Diverse barche in legno che hanno fatto la storia della vela, in alcuni casi ultracentenarie, sono già ormeggiate stabilmente in città. Riuscire a riunirle su un’unica banchina rappresenterebbe non solo motivo di orgoglio, ma anche una vera e propria attrazione per tutti gli appassionati di barche d’epoca e tradizionali.