Venerdì 13 luglio 2018, per l’ottavo anno consecutivo, la città di Venezia festeggia, con un giorno in anticipo, il Redentore organizzando la Run 5.30. Con un percorso pari a 5,3 km, questo evento cerca di promuovere in maniera non competitiva uno stile di vita sano e genuino che coniuga perfettamente con il movimento, il buon cibo, la cultura, l’arte e l’esperienza.

Dopo la corsa tutti i partecipanti avranno diritto ad un ricco ristoro a base di frutta fresca di stagione. Pesche, prugne, anguria e melone saranno accompagnate con latte o thè per gustare tutti insieme una corretta colazione.

Che cos’è la Run 5.30?

Nata a Modena nel 2009, la Run 5.30 è un progetto che mette al centro un binomio indissolubile: l’attività fisica con il benessere. Un’idea promossa dalla società sportiva Ginger e tra gli ideatori compaiono i nomi del pubblicitario Sergio Bezzanti e della biologa nutrizionista Sabrina Severi. Il concept è semplice, questa manifestazione è una camminata all’alba per le vie del centro della città utilizzando questi spazi urbani come una palestra a cielo aperto.

Run 5.30 è un evento itinerante che abbraccia più città. Il progetto quest’anno è partito l’11 maggio con la città di Verona da Piazza Bra per poi spostarti conseguentemente a Milano, Torino, Palermo, Modena, Bologna, Ferrara, Mantova, Trieste, Reggio Emilia, Venezia ed infine il 20 luglio a Brighton in UK.

Come sarà organizzata?

La partenza è alle 5.30 presso la Fondamenta Le Zattere. Tutti i runner veneziani dovranno presentarsi con l’apposita maglietta dell’evento facilmente ritirabile presso Essetre Sport in via Cà Rossa oppure presso il Patronato ai Carmini in calle Lunga San Barnaba.

La quota d’iscrizione è pari a 15 euro e comprende, oltre alla t-shirt celebrativa, al ristoro di frutta, thè e acqua, anche l’adesivo 5.30, foto e il magazine dell’evento scaricabili gratuitamente al seguente sito www.run530.com