Dopo oltre un mese il 10 settembre è terminato sull’Etna il viaggio attraverso l’Italia organizzato da #ViaggioItalia, l’associazione fondata da Danilo Ragona e Luca Paiardi. A bordo delle loro e-handbike i due amici sono partiti da Torino lo scorso 18 agosto e percorrendo quasi esclusivamente piste ciclabili, monitorandone lo stato di salute, hanno portato così a conclusione l’ultima delle tante avventure da loro organizzate in questi anni. 

L’amicizia tra Luca e Danilo nacque 20 anni fa durante il ricovero presso l’Unità Spinale di Torino in cui i due iniziarono fin da subito a progettare quello che definiscono come “Un nuovo inizio” delle loro vite. Amicizia che va poi a “Strutturarsi sullo sport e sul viaggio” portando quindi alla nascita di ViaggioItalia definito dai due ragazzi come “Un progetto di viaggio alla coperta dei limiti e della voglia di superarli o di riconoscerli, così come conoscere il piacere del viaggiare con i suoi incontri, scoperte ed emozioni”. 

Il duo ha intrapreso il tour appena concluso avendo tre grandi scopi in testa: raccogliere fondi da destinare alle Unità Spinali degli ospedali delle città toccate dal loro viaggio, ascoltare le storie di ripartenza post-pandemia di coloro i quali hanno incontrato lungo il percorso e, non per ultimo, sensibilizzare le amministrazioni pubbliche sull’accessibilità delle strutture ai disabili. 

Un viaggio che, come è semplice immaginare, non è stato un semplice trasferimento tappa dopo tappa, ma una serie di momenti, di personaggi, di storie che hanno lasciato il segno a Ragona e Paiardi i quali hanno potuto toccare con mano la voglia di ripartire della gente e quanta sincera solidarietà ci sia nel nostro Paese. 

Durante i venti giorni abbondanti sono stati tanti gli episodi curiosi, indimenticabili ed imprevisti che hanno reso ancor più speciale il viaggio dei ragazzi i quali, dopo aver lasciato Torino, si sono diretti in Liguria, in Toscana e nel Lazio. Seguendo la fascia tirrenica sono giunti fino in Campania e da lì, passando per la Basilicata, in Calabria da dove si sono poi imbarcati verso la Sicilia, con tappa finale l’ascesa all’Etna. 

Con l’arrivo sul vulcano è giunta così al termine questa ulteriore impresa di Luca e Danilo che ha regalato loro tantissime emozioni e la scoperta o riscoperta di posti meravigliosi della nostra bella Italia; con questo però non si conclude la voglia di andare avanti dei ragazzi i quali stanno già pensando a quale sarà la successiva meta…