Stessa storia, stesso posto, stessa disfatta. Ieri sera al Pala Barton di Perugia per Civitanova si è ripetuto lo stesso match di Gara 1. I marchigiani infatti subiscono una netta e pesante sconfitta da 3 a 0, sotto le continue bordate di un Leon da 20 punti e di un Atanasijevic da 14 punti.

Perugia – I padroni di casa partono subito col piede giusto, infatti al primo break sono già sul 8-4. Sokolov e Juantorena cerca di riportare il set in parità (12-15), ma Leon allunga nuovamente le distanze (18-12). Lanza sfonda il muro civitanovese, ed il 25-17 arriva su un errore di Stankovic.

All’avvio del secondo parziale Civitanova sembra rientrare in partita, riuscendo a mettere per un po’ il naso in avanti (2-4). Il sogno dura ben poco: un Atanasijevic scatenato trova l’11-8. Il solito Leon, in diagnale allunga (19-13). E a chiudere i conti è invece, di nuovo, un errore degli avversari (25-20).

Anche nel terzo set a partir meglio è Civitanova, che con Sokolov e Juantorena trovano prima il 5-7 e poi il 6-9, riaccendendo quindi le speranze di allungare le sorti del match. La Sir non molla, e recupera nuovamente: sale in cattedra Leon che non solo trova il pareggio (10-10), ma anche il vantaggio (12-11). Galassi mette a segno l’ace del 15-12 che fa da motore per tutti gli altri. Perugia è inarrestabile e va a mettere fine al match sul punteggio di 25-18.

Un’altra serata da dimenticare per la Lube Civitanova, che ora in Gara 4 potrà o ristabilire la parità nella serie, o concedere definitivamente lo scudetto alla Sir Safety.

Tutto è quindi rimandato a Sabato 11 Maggio alle 18 all’Eurosuole Forum di Civitanova.