Siamo arrivati alla fine di questo campionato e la prima gara della finale scudetto se l’aggiudica Perugia con una schiacciante vittoria per 3 a 0 su una Lube in giornata no.

Perugia – Le due finaliste scendono in campo in un Pala Barton gremito per un match totalmente a senso unico. Il primo parziale ha un avvio schiacciante per Perugia che al primo break è già avanti di 8-4. Il gap viene raddoppiato dai padroni di casa che dopo un errore in attacco di Cester, volano sul 16-8. Civitanova cerca il cambio di rotta, con l’entrata in campo di D’Hulst e Kovar, ma il set si arresta ugualmente sul punteggio di 25-13.

Di tutt’altro canto è l’inizio del secondo parziale, dove la Lube trova la reazione grazie a Juantorena (6-3). Poi è di nuovo blackout per i marchigiani. Perugia impatta e tenta la fuga con un ace di De Cecco (9-7). La Sir si carica ed arriva a conquistare addirittura il 20-12. Non basta l’entrata in campo di Marchisio su Balaso per la Lube, ed i padroni di casa chiudono il set con Leon (25-18).

Niente fare al rientro in campo per la Lube. Dopo un iniziale avvio in equilibrio, la Sir Safety continua a volare. Atanasikevic e compagni sfruttano le troppe incertezze e gli errori degli avversari per scappare via alla conquista del set e del match. Tutto si arresta sul 25-18, con Gara 1 che finisce nelle mani di Perugia.

Per la Lube non resta altro che cercare la rivalsa Domenica pomeriggio alle 18, quando la Sir Safety arriverà a Civitanova per la seconda gara.

Tabellino

SIR SAFETY CONAD PERUGIA 3 – 0 CUCINE LUBE CIVITANOVA (25-13, 25-18, 25-18)