Un match lunghissimo ed entusiasmante quello giocato ieri sera al PalaBarton, match che avrebbe concesso l’accesso alla finale contro la Lube Civitanova. Dopo cinque set la squadra di casa passa su Modena aggiudicandosi la quarta finale negli ultimi sei anni.

II primo set ha un avvio equilibrato finchè Modena con Tiellie ed il muro di Mazzone non prova a scappare (14-18). L’ace di Holt aggiudica fa volare la Azimut a +5 (18-23). L’errore al servizio di Leon vale il 19-25.

Nel secondo parziale è ancora Modena ad imporsi sul campo con Holt e l’ace di Zaytsev che siglano il 7-12. Perugia cerca e trova la reazione con Podrascanin (12-15). Ma il turno in battuta di Bednorz mantiene a distanza gli avversari (17-23). Coach Bernardi gioca la carta Hoag, carta che risulta vincente. Il canadese mette a segno tre ace rimettendo in lizza i suoi (22-23). Tiellie trova il set point, ma sale poi in cattedra Atanasijevic che non solo spinge Perugia ai vantaggi ma mette a segno anche il 27-25.

Al rientro in campo troviamo una Perugia carica per la vittoria del secondo set. I BlockDevils passano avanti per 7-4, ma poi Tiellie e Zaytsev riportano i propri in vantaggio (10-11). Il set prosegue punto a punto fino alla fine, finchè Mazzone non mette a segno il 23-25.

Modena vuole la finale ed ha un avvio fiammante (3-7). Leon ci mette del suo e trova la parità con un ace (11 pari). Perugia torna in vantaggio con un muro di De Cecco e scava un solco da 5 punti con un doppio muro di Ricci che vale il 22-17. Lanza trova il set point e Leon chiude per 25-20 rinviando tutto al tie break.

Il quinto parziale è quasi a senso unico. Perugia trova subito il vantaggio con il turno al servizio di Leon (5-2). Atanasijevic e Lanza mantengono il vantaggio (11-5). A chiudere il match ci pensa Leon (15-8). Con questa vittoria Perugia conquista l’accesso alla serie della finale raggiungendo Civitanova.

Gara 1 della Finale Scudetto si giocherà a Perugia mercoledì 1 maggio (ore 20.30).