Dustin Johnson si aggiudica il The Northern Trust 2020, primo appuntamento dei play off della FedEx Cup, con un incredibile punteggio finale di -30, al secondo posto Harris English staccato di ben 11 colpi, terza piazza per Daniel Berger con -18. A -17 troviamo, quarti a pari merito, Scottie Scheffler e Kevin Kisner, 6° posto, con una carta finale di -16, per Jon Rahm in coabitazione con Webb Simpson. Incolore la prova di Tiger Woods, 58° a -6. Non hanno superato il taglio nomi importanti tra cui Bryson DeChambeau, un sempre più in crisi Jordan Spieth, Tony Finau, e l’inglese Matthew Fitzpatrick.

Per DJ, chiamato così simpaticamente dagli addetti ai lavori, si tratta della ventiduesima vittoria sul PGA Tour, la seconda di questa atipica stagione. Successo che non è mai stato in dubbio per il 36enne il quale, complice un secondo giro da favola in -11, nelle due ultime giornate ha dovuto “amministrare” il vantaggio accumulato. C’è chi però è riuscito a fare meglio del -11 del vincitore: Scottie Scheffler venerdì ha segnato uno stellare 59, -12 di giornata, diventando così l’undicesimo giocatore nella storia del PGA Tour a girare in 59 o meno colpi.

Oltre alla battaglia per la conquista del torneo era in corso anche l’altrettanto entusiasmante sfida per la vetta dell’Ordine di Merito Mondiale che ha visto così DJ balzare al primo posto; secondo Jon Rahm, terzo Justin Thomas (49°), McIlroy scivola al quarto (ancora deludente in 65^ piazza).

Sul sempre apprezzato campo par 71 del TPC di Boston, disegnato da Arnold Palmer, si sono così dati battaglia i primi 125 giocatori della FedEx Cup; grazie all’ormai collaudato sistema di punteggio, tra due settimane i migliori 30 in classifica si sfideranno al Tour Championship che metterà in palio il titolo di campione della FexEx Cup ed un assegno di ben 10 milioni di $ per il vincitore finale.

Prossimo weekend occhi puntati all’Illinois per il BMW Championship che varrà da secondo appuntamento dei play off, prima del gran finale di Atlanta.